Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

"Inutili e pretestuose le accuse verso l'Autorità Portuale"

Il Partito Repubblicano interviene nel dibattito per difendere l'operato di via Antico Squero. "Piena solidarietà ai vertici".

Giannantonio Mingozzi

“Fermo restando la necessità e l'urgenza che venga finalmente nominato il nuovo presidente dell’Autorità Portuale, riteniamo pretestuose e strumentali le accuse che esponenti politici e gruppi consiliari di opposizione muovono nei confronti del commissario straordinario, del segretario generale e perfino dei sindacati che operano in Autorità Portuale”. Lo affermano i consiglieri comunali del PRI Giannantonio Mingozzi e Chiara Francesconi: “prendere a pretesto il licenziamento di un dipendente per contestare chi fa il proprio dovere, seppure in un delicato momento di transizione, e si assume le responsabilità di decisioni anche dolorose e degli atti che compie è un atteggiamento riprovevole e strumentale. Buttare tutto in “politica”, come si tenta di fare disegnando un quadro di vessazioni che non esiste nei confronti dei dipendenti, significa gettare discredito su dirigenti che non lo meritano. Sarà eventualmente la Magistratura e il giudice del lavoro a valutare atti compiuti nel rispetto delle proprie funzioni con motivazioni, a quanto pare, ineccepibili. Per questo noi esprimiamo piena solidarietà ai vertici di A.P.: c'è da chiedersi a chi giova soffiare sul fuoco della polemica e del cosiddetto disagio, evidentemente a chi vuol fare di ogni erba un fascio screditando gli attuali vertici che hanno il merito di impegnarsi al massimo delle loro possibilità, contribuendo così a migliorare (come avvenuto in questi ultimi mesi) l'andamento dei traffici in forte recupero nonostante le storiche difficoltà strutturali e il ritardo nell'escavo dei fondali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Inutili e pretestuose le accuse verso l'Autorità Portuale"

RavennaToday è in caricamento