rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

La denuncia di un cittadino: "Pannolini esclusi dalla raccolta differenziata"

Il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi, raccogliendo una segnalazione di un cittadino, ha presentato un'interrogazione al sindaco sulla raccolta rifiuti

Il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi, raccogliendo una segnalazione di un cittadino, ha presentato un'interrogazione al sindaco sulla raccolta rifiuti. Il disservizio esposto colpisce un contribuente della Tari che assiste al proprio domicilio una figlia con grave disabilità.

"Vorrei segnalare che dal 14 marzo è iniziato nella zona della mia casa (in zona Borgo San Biagio lato sud, nda) il sistema di raccolta differenziata misto porta a porta - spiega il cittadino - Siccome mia figlia purtroppo è disabile grave e di notte indossa un pannolone contenitivo, ho immediatamente fatto richiesta di raccolta dei pannolini. Hera mi ha prontamente risposto via email che il servizio era attivo. Da lì inizia il problema con questa raccolta, in quanto il primo giorno non hanno svuotato il secchio dei pannolini (mentre invece hanno svuotato quello dell'organico). Io, ingenuamente, ho pensato che fossimo all'inizio e non fosse necessario fare una segnalazione (all'epoca c'era ancora disponibile il cassonetto dell'indifferenziata e ho chiuso la situazione buttando tutto nel cassonetto). Poi il sabato successivo di nuovo trovo le stesse condizioni. Insomma, a fare la storia breve mi trovo che su otto settimane per quattro volte il secchio non è stato svuotato. Nel frattempo, ho fatto un paio di segnalazioni ad Hera (via app "Il rifiutologo”, con tanto di fotografia da scattare al momento del reclamo), ma vedo la risposta di Hera che dice: "La sua richiesta non rientra fra i servizi ambientali svolti dal gruppo Hera". Hera però ha prontamente rimosso i cassonetti dell'indifferenziata ed oggi sto conservando i pannolini sporchi dietro casa, che però non va affatto bene. Non posso sopperire alle mancanze di Hera facendo una mini discarica nel giardino".

"Ho già scritto una email a Hera per informarli che la prossima volta che si ripete una situazione simile provvederò a contattare un avvocato e l'associazione disabili per aver calpestato un diritto imprescindibile - commenta Ancisi - Inoltre mi sembra chiaro come il prezzo che sto pagando al Comune per la Tari sia assolutamente fuori luogo (o almeno non ricompensato da un servizio efficace)”. Chiedo al sindaco come intende giustificare o spiegare le cause di questo duplice disservizio (del servizio stesso e della comunicazione pubblica col cittadino contribuente) e quale, al riguardo, siano il suo giudizio e le azioni che intende assolvere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La denuncia di un cittadino: "Pannolini esclusi dalla raccolta differenziata"

RavennaToday è in caricamento