La Lega: "Basta consiglio comunale in videoconferenza, sta diventando una farsa"

"Comprendiamo di avere trascorso una “storica emergenza” legata alla pandemia del Covid-19, ma allo stato attuale fortunatamente nel nostro Comune non vi sono situazioni di criticità"

I consiglieri della Lega di Cervia esprimono perplessità sulle modalità di svolgimento in versione videoconferenza delle adunanze relative ai consigli comunali, commissioni consiliari e conferenze dei capigruppo, tanto che hanno inviato una lettera in merito al sindaco Massimo Medri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Comprendiamo di avere trascorso una “storica emergenza” legata alla pandemia del Covid-19, ma allo stato attuale fortunatamente nel nostro Comune non vi sono situazioni di criticità né ve ne sono mai state rilevate - si legge nella lettera indirizzata al primo cittadino - Riteniamo che oggettivamente coloro che non possono partecipare fisicamente per serie motivazioni possano senza ombra di dubbio utilizzare la modalità “videoconference”, ma a nostro parere e soprattutto per serietà istituzionale la sala del consiglio comunale è il luogo principe su cui discutere il futuro della nostra città. Inoltre, abbiamo appreso informalmente della volontà della maggioranza di volere cambiare addirittura il regolamento del consiglio comunale circa codesta questione e, allo stato attuale, avanziamo diverse perplessità al riguardo. Aggiungiamo altresì che nei consigli comunali del 30 aprile e del 25 maggio il dato di fatto incontrovertibile è stato che, sostanzialmente, la connessione è risultata quasi sempre di mediocre qualità. Siamo stupiti dal suo silenzio, lei che rappresenta la figura di primo cittadino di Cervia su questa specifica tematica, anche perché, a giudizio nostro e di molti cittadini, non solo nostri elettori, vi è l’impressione che il consiglio comunale di Cervia si stia riducendo a una specie di “farsa”. Auspichiamo che lei, come sindaco di tutti i cervesi, possa prendere la problematica a cuore per il benessere di tutte le istituzioni che la compongono allo scopo di far ritornare l’aula del consiglio comunale al centro di tutta l’attività politica delle componenti democratiche che ne fanno parte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

  • Aggredita e picchiata: uomo in fuga nei campi, scattano le ricerche

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento