Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Legalità e sicurezza sul lavoro, Manzoli (Ravenna in Comune): "Creare un osservatorio comunale"

"Significa metter risorse e tempo per coordinarlo per mappare e tenere monitorate le situazioni critiche del nostro territorio, relative alle infiltrazioni mafiose e alle situazioni di illegalità e alle zone grigie del lavoro", spiega

Martedì si riunirà in Prefettura l’Osservatorio per la legalità e la sicurezza del lavoro. È la prima volta per il 2021. Nel 2020 si è riunito una volta sola. Il consigliere di Ravenna in Comune, Massimo Manzoli, evidenzia: "L'osservatorio che avevamo proposto non esiste. La nostra idea prevedeva un osservatorio di natura comunale, ciò significa metter risorse e tempo per coordinarlo per mappare e tenere monitorate le situazioni critiche del nostro territorio, relative alle infiltrazioni mafiose e alle situazioni di illegalità e alle zone grigie del lavoro. Partendo naturalmente dall'analisi delle cooperative spurie o finte che vivono di subappalti nel porto e dalle situazioni di simil caporalato nel settore agricolo. Nulla di ciò che immaginava la nostra proposta è stato fatto".

Manzoli sollecita sia Michele De Pascale che ogni candidato sindaco a farne un tema di questa campagna elettorale e"ad ammettere che così non funziona e a creare un osservatorio comunale mettendoci combustibile, cioè persone e risorse. Bisogna metterci dentro l'impegno, lo spirito, la volontà di mantenere le promesse, e la propria responsabilità. Come Ravenna in Comune, poi torniamo a chiedere a De Pascale di fornire i dati raccolti sino ad ora dall’Osservatorio sulla legalità e la sicurezza nel lavoro. Specialmente del lavoro portuale. Vorremmo che per una volta si ricordasse di fare ilsindaco invece del candidato: il suo mandato terminerà tra più di due mesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legalità e sicurezza sul lavoro, Manzoli (Ravenna in Comune): "Creare un osservatorio comunale"

RavennaToday è in caricamento