Lido di dante, il falso problema della passeggiata in pineta per il libero accesso alla spiaggia.

Possibile che non si riesca a comprendere che non necessariamente si debba transitare dalla pineta per accedere alla spiaggia?

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Si avvicina Pasqua, l'avvio della stagione turistica 2013, e puntualmente a Lido di Dante tiene banco quanti metri di spiaggia saranno fruibili e la passeggiata in pineta. E' su quest'ultima che richiamo l'attenzione, poiché si vuol far intendere che la recinzione della parte di pineta interessata dall'incendio di luglio dell'anno scorso costituisca elemento lesivo dei diritti di fruizione della Riserva naturale. Ebbene, nulla di più scandaloso e fuorviante dal reale intento che si vuole perseguire, cioè continuare ad utilizzare la pineta per recarsi sulla spiaggia prospiciente. L'indicazione dei limiti ove deve essere collocata la recinzione, contenuta nell'atto di indirizzo approvato all'unanimità dall'intero consiglio comunale, è frutto di una meditata e ponderata valutazione che ha tenuto conto di non penalizzare le strutture ricettive in zona e, nel contempo, tutelare e proteggere la pineta in questa delicatissima fase di rinaturalizzazione.

Allora, delle due l'una: o i consiglieri di maggioranza e di opposizione dell'intero consiglio comunale sono degli scriteriati opportunisti, peraltro avendo ottenuto l'autorevole ed esplicito avallo della Forestale; oppure qualcuno, nella Forestale stessa, ha cambiato idea, peraltro senza discuterne con nessuno di quanti difendono istituzionalmente l'interesse pubblico e non gli interessi privati, sostenendo che, recintando la pineta, non ci sia più la possibilità di fruirla nella sua interezza, nascondendo però il vero obiettivo di lasciare libera più pineta per lasciare più libero l'accesso alla spiaggia. Possibile che non si riesca a comprendere che non necessariamente si debba transitare dalla pineta per accedere alla spiaggia? La conformazione di Lido di Dante non è come Punta Marina Terme, Marina di Ravenna, Marina Romea o, in parte, Casalborsetti, dove per accedere alla spiaggia è possibile farlo solo attraversando la pineta. Inoltre, gli accordi presi tra il Comune, il Parco del Delta e il Corpo Forestale, all'indomani dell'incendio, avevano già previsto la fruizione della pineta a mezzo visite guidate, o altre forme controllate, senza nessun divieto di fruire la Riserva Naturale.

Ma vi è di più. Voci non controllate, ma apparentemente attendibili, danno per certo l'imminente avvio da parte dell'Ufficio Territoriale per la Biodiversità della Forestale della messa a dimora di un numero rilevante di latifoglie, mentre di pini neanche l'ombra per ora, in contraddizione col rispetto della morfologia arborea di quella che è e si chiama una pineta storica. A distanza di oltre un secolo, si sta verificando la stessa avversione al pino che alla fine dell'ottocento subì Luigi Rava. Chi ha il solo compito di gestire la pineta di Lido di Dante, non può stravolgerla in nome di sue personali avversità al pino in zona".

Pasquale Minichini - Lista per Ravenna

Torna su
RavennaToday è in caricamento