Politica

Critiche sui manifesti 'verdi' di Bonaccini: "Svolta leghista?". Ma lui replica: "Svolta ecologica"

Stanno facendo molto discutere i manifesti elettorali che sono comparsi in questi giorni in tutta l'Emilia Romagna a sostegno della rielezione del presidente Stefano Bonaccini alle elezioni regionali del 26 gennaio

"Bonaccini si converte alla Lega e ai suoi colori!". Stanno facendo molto discutere i manifesti elettorali che sono comparsi in questi giorni in tutta l'Emilia Romagna a sostegno della rielezione del presidente Stefano Bonaccini alle elezioni regionali del 26 gennaio. Il presidente uscente, infatti, ha scelto manifesti dominati dal colore verde (storicamente colore simbolo del Carroccio) e senza alcun simbolo.

"Dopo aver visto i manifesti non vi sono dubbi: il Pd è ripudiato anche da Bonaccini - commenta il consigliere regionale della Lega Andrea Liverani - Sono eloquenti i manifesti affissi nelle principali città dell'Emilia-Romagna. Non vi è segno del Pd e nemmeno dei colori che contraddistingono il logo di questo partito, ma vi è il colore verde della Lega. "Un Passo avanti”, riporta lo slogan. Ecco quindi il passaggio verso la Lega? Grazie Bonaccini. Non c'è bisogno. Il prossimo presidente della Regione la Lega l'ha già scelto e si chiama Lucia Borgonzoni".

"Il simbolo non può esserci perchè io rappresento una coalizione che sta componendosi - replica il presidente Bonaccini - Il verde non è padano, ma quello della svolta ecologica di cui abbiamo bisogno anche qui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Critiche sui manifesti 'verdi' di Bonaccini: "Svolta leghista?". Ma lui replica: "Svolta ecologica"

RavennaToday è in caricamento