rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica Bagnacavallo

Mercato di Bagnacavallo, Medri e Zannoni (Lega): "La Giunta vuole solo nascondere la fuga degli ambulanti"

Gli esponenti leghisti: "La soluzione migliore sarebbe quella di andare incontro agli ambulanti in attività proponendo loro soluzioni e tariffe che siano concorrenziali rispetto agli altri mercati della Bassa Romagna"

Nella giornata di sabato sono entrate in vigore, in via inizialmente sperimentale, alcune modifiche sulla sistemazione del mercato settimanale del sabato in piazza della Libertà e in via Mazzini a Bagnacavallo. Novità introdotte dalla giunta del sindaco Proni che non sono piaciute al gruppo consiliare della Lega. Non si è fatta attendere infatti la reazione del suo capogruppo leghista Luca Zannoni: “L’Amministrazione Comunale di Bagnacavallo non vuole affrontare il problema dell’impoverimento del mercato e con un colpo da stratega tende a nascondere la realtà che però è sotto agli occhi di tutti. La situazione che il nostro mercato sta vivendo a causa di molteplici fattori, lo ha portato da quello che era (e che tutti abbiamo conosciuto) alla striminzita e brutta copia attuale di sé stesso e riteniamo che non sia certo questo il modo per andare ad invertire la tendenza”.

“Secondo noi invece – gli fa eco il consigliere Medri – la soluzione migliore sarebbe quella di cercare di andare incontro agli ambulanti ancora in attività proponendo loro soluzioni e tariffe che siano concorrenziali rispetto agli altri mercati presenti nel territorio della Bassa Romagna, così che possa rendere loro appetibile la partecipazione al nostro mercato, che da sempre è parte integrante della nostra comunità”.

“Dopo aver ascoltato diversi ambulanti infatti – continuano i due consiglieri leghisti – abbiamo appreso che le tasse locali (occupazione suolo pubblico e TARI) sono nettamente sconvenienti rispetto ad altri mercati del territorio, che hanno però bacini di utenza maggiori rispetto al nostro”.

“La soluzione di accorpare le attività rimaste per migliorare la viabilità del centro – conclude il capogruppo Leghista Zannoni – non è altro che un’operazione di marketing che serve solo a far passare in secondo piano la drammatica fuga di ambulanti dal nostro mercato, che però ad un osservatore attento risulta essere solo un palliativo che butta fumo negli occhi ai cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato di Bagnacavallo, Medri e Zannoni (Lega): "La Giunta vuole solo nascondere la fuga degli ambulanti"

RavennaToday è in caricamento