Politica

Messa in sicurezza del canale di Porto Corsini, Liverani (Lega): "Disagio e tensione per i residenti"

Il consigliere del Carroccio esorta la Regione a intervenire sul problema della banchina della località marittima

"La Regione metta in sicurezza il canale di Porto Corsini, nel ravennate". A chiederlo, in una interrogazione, è il consigliere Andrea Liverani della Lega, che ricorda come "un canale dovrebbe avere due sponde, mentre Porto Corsini avendone solo mezza lascia scoperta da ogni minima agitazione delle acque metà delle case del paese dalla parte dell’ingresso, e questo comporta un increscioso disagio e una costante tensione per i residenti".

"Da fonti di stampa - spiega Liverani - si rileva che un consigliere comunale di Ravenna (Alvaro Ancisi, ndr) ha dichiarato la presenza di sacchi per tamponare la vecchia banchina di protezione dalle acque del Candiano, presumibilmente messi dall’Autorità portuale, lo stesso consigliere ha anche sollevato in consiglio comunale il problema della totale esposizione di Porto Corsini alla possibile scorribanda del canale dal lato di via Molo San Filippo che affianca l’abitato: il vicesindaco, anche assessore, ha risposto che 'per il tratto di Molo San Filippo, situato all’inizio del centro abitato, si fa presente che al momento l’intervento non è a bilancio dell’Autorità di sistema portuale (costerebbe 7,5 milioni di euro), ma la stessa Autorità sta verificando la possibilità di reperire risorse ministeriali o cambiare la programmazione di altri interventi”.

Da qui l'atto ispettivo per sapere dalla Giunta "se sia a conoscenza della situazione spiacevole e pericolosa per gli abitanti di Porto Corsini causa le motivazioni citate in premessa e come intenda attivarsi al fine di garantire la risoluzione del problema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messa in sicurezza del canale di Porto Corsini, Liverani (Lega): "Disagio e tensione per i residenti"

RavennaToday è in caricamento