rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Il vicesindaco: "In delegazione dal premier Renzi per difendere l'off shore"

Afferma Mingozzi: "Dobbiamo muoversi ai più alti livelli del governo e dell'imprenditoria legate all'oil and gas per difendere e salvaguardare l'occupazione legata al settore dell'off shore che rappresenta, con le imprese di Ravenna, l'eccellenza del settore nel mondo"

"Dobbiamo muoversi ai più alti livelli del governo e dell'imprenditoria legate all'oil and gas per difendere e salvaguardare l'occupazione legata al settore dell'off shore che rappresenta, con le imprese di Ravenna, l'eccellenza del settore nel mondo". E' quanto afferma il vicesindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi, sottolineando che occorre "renderci conto che la prima cosa da fare, istituzioni, sindacati e forze politiche, è quella di tradurre in nuove concessioni la disponibilità che Regione e Comune di Ravenna hanno aperto anche su nuove attività in Adriatico; questo significa per Eni riprendere in pieno le attività in piattaforma nel bacino ravennate ad oggi congelate".

"Sono d'accordo con Franco Nanni, presidente del consorzio delle imprese del settore, che sbloccare l'attività di ricerca e di estrazione, ferma da trenta anni, significa chiedere al governo di autorizzare nuove attività. Senza questi provvedimenti l'occupazione nel polo ravennate corre grossi rischi e dobbiamo essere consapevoli che, in un momento come questo, ogni richiesta di cassa Integrazione costituisce l'anticamera della chiusura di quelle attività - continua Mingozzi -. A mio avviso, a partire dai parlamentari ravennati, consiglieri regionali, e istituzioni locali, dobbiamo chiedere con urgenza un incontro al presidente del Consiglio perché fino ad oggi quei ministri che si sono interessati di questa problematica non hanno costituito un referente operativo credibile a tale punto che non hanno preso parte neppure all'apertura dell'ultima edizione di Omc. E' fondamentale che una garanzia a Eni consenta poi di trattare con quella impresa ogni condizione utile a mantenere a Ravenna le principali attività oggi presenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vicesindaco: "In delegazione dal premier Renzi per difendere l'off shore"

RavennaToday è in caricamento