rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Politica

Mozione dell'opposizione per ridurre i consumi energetici, discussione in Consiglio comunale

Viene chiesto inoltre "di attuare misure di razionalizzazione, di moderazione e di riduzione dell’illuminazione a carico del bilancio comunale"

Nella seduta di martedì prossimo, il Consiglio comunale di Ravenna discuterà una mozione sul contenimento dei consumi energetici, proposta dal vicepresidente del Consiglio Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna) e sottoscritta anche da Alberto Ancarani (Forza Italia), Nicola Grandi (Viva Ravenna); Giacomo Ercolani (Lega Salvini), Filippo Donati (Viva Ravenna), Veronica Verlicchi (La Pigna), Alberto Ferrero (Fratelli d’Italia). 

Nel testo si chiede alla giunta di "applicare puntualmente e in forma organica, disponendo le opportune attività di vigilanza e di controllo del suo rispetto, il decreto del Ministero della Transizione Ecologica del 6 ottobre 2022 che definisce le misure per il contenimento del riscaldamento nella stagione invernale 2022-2023 introducendo nuovi limiti temporali di esercizio degli impianti termici di climatizzazione alimentati a gas naturale e la riduzione di un grado dei valori massimi delle temperature degli ambienti riscaldati, escludendone, per quanto riguarda il Comune di Ravenna, gli edifici adibiti a ricoveri o cura di minori o anziani o all’assistenza di altre persone affidate ai servizi sociali, nonché i nidi e scuole per l’Infanzia e la piscina".

Viene chiesto inoltre "di attuare misure di razionalizzazione, di moderazione e di riduzione dell’illuminazione a carico del bilancio comunale, fermo restando che sia erogata esclusivamente ad uso degli edifici, della viabilità e delle altre strutture di proprietà comunale e garantita nella giusta misura quando necessaria per motivi di sicurezza e di contrasto al degrado; ad esprimere i medesimi indirizzi alle società e fondazioni controllate o partecipate dal Comune di Ravenna, mediante i propri rappresentanti negli organi decisionali; a realizzare investimenti nella produzione di energia elettrica rinnovabile, ad esempio di energia fotovoltaica a beneficio di edifici e scuole di proprietà comunale, da introdurre nel programma dei lavori pubblici 2023-2025 da adottare entro fine 2022".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozione dell'opposizione per ridurre i consumi energetici, discussione in Consiglio comunale

RavennaToday è in caricamento