menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"No ai centri di permanenza e rimpatrio": striscione di Mpa

L'assemblea di gestione dello spazio autogestito "MPA - Magazzini Posteriori Autogestiti" ha aderito all'appello della rete "Mai più lager"

L'assemblea di gestione dello spazio autogestito "MPA - Magazzini Posteriori Autogestiti" ha aderito all'appello della rete "Mai più lager, né in Emilia-Romagna, né altrove", che invita a mobilitarsi in tutte le città contro la riapertura del Centro di Permanenza e Rimpatrio di Modena. “Un vero e proprio carcere all'interno del quale verranno reclusi i migranti, cosiddetti, clandestini: una forma di detenzione amministrativa che riteniamo inaccettabile”, sostiene una nota. Per questo è stato affisso uno striscione in Piazza San Francesco a Ravenna ed è stato effettuato un volantinaggio.

Spiega una nota: “Facciamo nostro l’appello proveniente dalla città di Modena a mobilitarsi in tutte le città della regione contro la prossima apertura di un Centro di Permanenza e Rimpatrio (CPR): un vero e proprio lager, in cui la pratica della detenzione amministrativa, ovvero in assenza di giudizio, garanzie e tutele, è applicata nei confronti di cittadini non italiani, la cui unica colpa è di non avere in tasca un pezzo di carta, chiamato permesso di soggiorno. Magari perché dopo vent’anni di lavoro nel nostro paese il rinnovo non è stato concesso a causa di un licenziamento, magari perché con un passaporto nigeriano, gambiano, ivoriano o tunisino non si è considerati degni di muoversi, viaggiare e, perché no, cercare un futuro migliore lontano da casa, esattamente come facciamo noi italiani a Londra, Sydney, Berlino o Parigi, e quindi si finisce dietro le sbarre”.

“Il tema delle migrazioni ha rappresentato negli ultimi anni un’arma di distrazione di massa, volta a dividere gli autoctoni e i migranti e a fomentare una continua guerra fra poveri. L’obiettivo è, come al solito, nascondere le ruberie e le malefatte del potere indicando come nemico il proprio vicino di casa invece di coloro che stanno in alto e continuano, da sempre, a metterci le mani in tasca e a impoverirci”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento