Venerdì, 12 Luglio 2024
Politica

Non si trova un sostituto per il medico in pensione: "Potrebbe succedere anche in altre zone del territorio"

Dal 1 settembre scorso la medicina di gruppo di Conselice ha perso uno dei suoi componenti a seguito del trasferimento della dottoressa Angela Petracca. Sul caso è intervenuta Fratelli d'Italia insieme alla lista Uniti per Conselice con un'interrogazione

Dal 1 settembre scorso la medicina di gruppo di Conselice ha perso uno dei suoi componenti a seguito del trasferimento della dottoressa Angela Petracca. L’Ausl della Romagna ha esplorato tutte le possibili opzioni di sostituzione contattando numerosi professionisti, ma non vi sono stati al momento riscontri positivi, spiegano dall'azienda sanitaria.

"In questi giorni siamo stati sempre in contatto con i responsabili dell'Ausl per garantire il servizio a tutti gli assistiti partendo dalla richiesta di ricerca di un sostituto, finora infruttuosa - ha detto la sindaca di Conselice Paola Pula - Continuiamo a chiedere all'Ausl di  giungere ad una soluzione definitiva che porti avanti la esperienza della medicina di gruppo, che da tempo è attuata a Conselice".

Sul caso è intervenuta Fratelli d'Italia insieme alla lista Uniti per Conselice con un'interrogazione: "Molte persone ci hanno contattato per chiedere se fosse possibile fare qualche pressione al fine di risolvere quello che è un vero e proprio disservizio - spiegano Rudi Capucci, coordinatore Fratelli d'Italia Lugo e Bassa Romagna, ed Eliana Panfiglio, capogruppo di Uniti per Conselice - Se il sindaco Pula non era al corrente delle dinamiche che hanno portato il medico Petracca a lasciare il posto di Conselice con tutti i pazienti, dobbiamo prendere atto di una vera e propria disfunzione e grave disorganizzazione da parte di enti pubblici che operano sul territorio della Bassa Romagna e questo sarebbe gravissimo. Riteniamo che, cosi come descritto, la soluzione della “casa della salute” possa essere considerata solo una soluzione di emergenza e sia ampiamente insufficiente rispetto le reali necessità del territorio"

"Presenteremo un’interpellanza nella quale chiederemo se il sindaco fosse al corrente di questa intenzione del medico di lasciare il posto a Conselice e come mai non si sia mossa per tempo con la direzione sanitaria per rimpiazzare immediatamente il medico, coprendo il servizio con continuità - continuano i due politici - Cosa intende fare nell’immediato per risolvere in tempi brevi il problema e ripristinare il servizio? Abbiamo il fondato timore che questo sia un casus belli che le amministrazioni locali prendano come prova e che, se questo passa in maniera indolore, sarà una situazione che si riproporrà su tutto il territorio, ovvero toglieranno molti dei medici di base lasciando la guardia medica per le emergenze o poco di più. Riteniamo che questo sia inaccettabile per un territorio che ha dato e dà ancora oggi tanto in termini di tasse e senso civico, chiediamo chiarezza e trasparenza e ci muoveremo in tutte le sedi opportune al fine di far rispettare i diritti dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si trova un sostituto per il medico in pensione: "Potrebbe succedere anche in altre zone del territorio"
RavennaToday è in caricamento