rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Politica

Nuova area camper deserta, Ancisi (LpRa): "Una morte annunciata. I camperisti ci sono, ma parcheggiano altrove"

"La nuova area camper di Marina di Ravenna, poco o niente utilizzata, è risultata un clamoroso fallimento"

Si torna a parlare della nuova area camper di via del Marchesato a Marina di Ravenna della quale tanto si è discusso nell'estate scorsa, quando il Comune di Ravenna ha lanciato la linea di 'tolleranza zero' nei confronti dei camperisti che parcheggiano nelle aree non predisposte, non dotate ad esempio di pozzetti di scarico autopulente, erogatori di acqua potabile, contenitori per la raccolta differenziata di rifiuti, servizi igienici attrezzati. È seguita, nei parcheggi di Marina di Ravenna e di Lido di Dante, una raffica di sanzioni da 150 euro, con provvedimento di allontanamento dei multati per 48 ore.

A sollevare dubbi sulla nuova area riservata ai camperisti è il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi: "Che la fretta faccia i gattini ciechi lo si capì quando si dovette aspettare il 14 agosto, a stagione balneare ormai avviata al declino, perché l’area camper fosse aperta. Che non potesse avere successo è stato largamente previsto. Lontana due chilometri dal molo pescherecci e circa uno e mezzo dalla spiaggia, distante anche dal centro del paese coi suoi servizi commerciali (ristoranti, supermercati, negozi), isolata ai confini dall’abitato, senza un servizio di sorveglianza, quindi con problemi di sicurezza, non appariva affatto a misura dei camperisti. E in effetti, poco o niente utilizzata, come ci è stato ampiamente testimoniato, è risultata un clamoroso fallimento. Alcune foto fornite da Maurizio Marendon, nostro responsabile della comunicazione, scattate il 12 ottobre la mostrano addirittura deserta, ma non perché i camperisti abbiano abbandonato l’ingrata (non per sua colpa) Marina di Ravenna. Giacché le successive foto mostrano un gran numero di camper parcheggiati altrove nel paese stesso. Laddove a metà giugno sarebbero stati multati e allontanati, ora, non dando fastidio a nessuno, anzi servendo all’economia locale, sono lasciati in pace".

"Chiaro che l’area camper di via del Marchesato è morta - ammonisce Ancisi - Che i soldi pubblici impiegati per raffazzonarla sono stati spesi male. Che ora si dovrà provvedere, come scritto nel programma di Lista per Ravenna e della Lista del Mare, affinché tutti i nove lidi dispongano “di una struttura pubblica attrezzata, secondo norma, come area camper, a distanza breve dal litorale”. A Marina di Ravenna, dovrà essere ripreso in esame, benché finora scartato, l’ex vivaio della Forestale in via Ciro Menotti, che noi giudichiamo ideale. In subordine, l’area ex Rana in zona traghetto, strategica per i servizi, meno per il mare, tanto piccola da ospitare solo una quindicina di mezzi, è però utile per differenziare l’offerta, con punto luce ad ogni piazzola, punti acqua più numerosi e un camper service con accesso migliore rispetto a quello infelice di via del Marchesato, ormai ex. A distanza di pochi chilometri, non si può ulteriormente prescindere da un’area camper con servizi a Punta Marina Terme, perché anche in questa località sono stati spesi soldi pubblici per un camper service mai entrato in uso, e ora vandalizzato e pericoloso".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova area camper deserta, Ancisi (LpRa): "Una morte annunciata. I camperisti ci sono, ma parcheggiano altrove"

RavennaToday è in caricamento