Politica

Nuove urbanizzazioni a Lido di Dante, RiC: "Verdi a parole, cementificatori nella pratica"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Nuove urbanizzazioni. Questa volta tocca a Lido di Dante. Sono previsti 10.000 metri quadrati di residenziale, ossia nuove case in un territorio, quello ravennate, che conta 27.000 abitazioni inutilizzate. E poi un campeggio. In tutto, il primo stralcio si estende su 126.000 metri quadrati. Con il secondo stralcio (più piccolo) l’area complessiva raddoppierà la dimensione attuale di Lido di Dante. Proprio il 19 agosto ci siamo dichiarati del tutto d’accordo con Luca Mercalli, uno tra i massimi esperti di cambiamento climatico in Italia: "Se la cementificazione causa un aumento della temperatura climatica oppure un'alluvione, il prezzo che pagano i figli dei lavoratori, o anche gli stessi lavoratori, è superiore a quello economico. A Ravenna, ad esempio, siete una delle città che rischia di più". Ma di tutto questo cosa importa al sindaco e ai partiti che lo sostengono? Verdi a parole, cementificatori nella pratica, tutta la congerie di partiti e listarelle coalizzata con de Pascale non ha nulla da obiettare. Ravenna in Comune continuerà a ricordarlo: non basta dichiarare l’emergenza climatica se poi si continuano a distruggere le aree agricole.

Ravenna in Comune

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove urbanizzazioni a Lido di Dante, RiC: "Verdi a parole, cementificatori nella pratica"

RavennaToday è in caricamento