rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica

Nuovo edificio di maternità e pediatria, Spadoni (LpRa): "Non si smantelli l'impianto fotovoltaico"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Ogni giorno, puntualmente, il sindaco pubblicizza l’elenco dei lavori e delle opere in programma per i prossimi cinque anni di mandato elettivo. Un elenco sterminato che da un lato i cittadini colgono con interesse perché tali interventi vanno a beneficio della comunità oltre ad arricchire il nostro territorio, dall’altro viene interpretato come tale sistema di comunicazione si connoti come un’incessante propaganda che ricorda i periodi della peggior storia. Nulla da eccepire poiché va salvaguardata sempre la liberta di espressione, tuttavia si tratta anche di una questione di stile, non certo di secondo piano.

Ciò premesso la mia curiosità si sofferma in particolare sull’ultima comunicazione del primo cittadino sull’ampliamento dell’ospedale Santa Maria delle croci. Nello specifico si tratta della realizzazione del nuovo edificio di Maternità e Pediatria, certamente molto utile per il nostro nosocomio, nonostante il sindaco diffonda tali notizie senza neppure avere informato il consiglio comunale, ma si limiti a diffondere la comunicazione approvata dalla Conferenza sanitaria territoriale. Nel merito, almeno per quel che si legge, si tratta di un valido progetto innovativo, ma per quanto attiene il parcheggio sorge qualche perplessità in ordine alla copertura di due livelli al cui piano superiore sarà realizzata un’area verde. Un’idea certamente suggestiva, coreografica e green, ma ci si chiede che fine faranno i costosi investimenti di copertura degli attuali 100 posti auto con pensiline fotovoltaiche per un totale di 200 Kw. Un forte investimento per l’approvvigionamento energetico in grado di diminuire la spesa pubblica.

L’ Ausl di Ravenna, peraltro, ha ottenuto recentemente un riconoscimento internazionale per le buone pratiche di risparmio energetico e di gestione dei consumi ricevendo il premio IFHE Interrnational Award 2020 rinviato al 2021 per la pandemia. Non disconosce, quindi, l’importanza del verde, del parcheggio coperto e del giardino pensile, ma parallelamente il costoso investimento fotovoltaico, forse ancora non ammortizzato, dovrà trovare una collocazione idonea proprio per contenere le spese e produrre l’auto consumo energetico.

Gianfranco Spadoni, candidato al consiglio comunale Lista per Ravenna

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo edificio di maternità e pediatria, Spadoni (LpRa): "Non si smantelli l'impianto fotovoltaico"

RavennaToday è in caricamento