Ospedale di Costa, il M5S: "Nessuno vuole chiudere il San Giorgio di Cervia"

È questa la replica di Raffaella Sensoli, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle e vicepresidente della Commissione Sanità, alle dichiarazioni del sindaco di Cervia Luca Coffari

“Il M5S non vuole chiudere nessun ospedale, stia tranquillo il sindaco Coffari. D’altronde siamo stati gli unici (e lo siamo anche adesso), in Regione come nei singoli Comuni, a difenderli a differenza dei compagni di partito del primo cittadino di Cervia. Quei politicanti di mestiere che in questi anni hanno contribuito a svendere e depotenziare il nostro sistema sanitario locale, da Piacenza a Rimini”. È questa la replica di Raffaella Sensoli, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle e vicepresidente della Commissione Sanità, alle dichiarazioni del sindaco di Cervia Luca Coffari riguardo al progetto di ospedale di Costa presentato giovedì dai pentastellati a Cesenatico.

“Non abbiamo ben capito dove il sindaco abbia letto che noi vorremmo chiudere l’ospedale di Cervia – spiega Raffaella Sensoli – Forse si tratta di un clamoroso abbaglio o, molto più probabilmente, di un goffo tentativo di confondere le idee ai cittadini. La nostra proposta è chiara e non lascia spazio a interpretazioni. Non vogliamo creare una struttura unica che riunisca tutti i servizi esistenti sul territorio di riferimento, ma proponiamo il mantenimento sui territori comunali degli attuali servizi sanitari a cui chiediamo di affiancare la creazione di un ospedale in grado di fare da fulcro e quindi migliorare la capacità di risposta alle esigenze e bisogni socio/sanitari espressi dal tutto il territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il nostro obiettivo è il superamento di quelle criticità che, se Coffari non se ne fosse accorto, sono nate dal lento ma costante depotenziamento che ha subìto negli anni l’ospedale di Cervia grazie a chi sta governando la Regione da decenni - chiosa Sensoli -. Per questo visto che si è detto disponibile a dare battaglia in Assemblea Legislativa, lo invitiamo fin da subito ad unirsi a noi visto che fin dal primo giorno del nostro insediamento in Regione stiamo difendendo con le unghie e con i denti i servizi sanitari di tutta la regione affinché restino pubblici e non cadano in mano ai privati, come invece stanno dimostrando di volere il presidente Bonaccini e l’assessore Venturi che, guarda caso, sono colleghi di partito del sindaco Coffari”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento