Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Pagine Facebook che inneggiano al fascismo: "Necessario creare un osservatorio permanente"

Lo affermano i deputati Andrea Maestri e Giovanni Paglia, di Possibile e Sinistra Italiana, nel presentare un'interrogazione al ministro Alfano

"E' ora di affrontare un problema troppo sottovalutato dalla pubblica opinione democratica di questo Paese: il proliferare su Facebook di pagine pubbliche inneggianti in vari modi al fascismo e al razzismo nonché il tortuoso iter per la loro rimozione. Quel che proponiamo (su suggerimento della Consulta provinciale antifascista di Ravenna che recentemente ha svolto un'approfondita ricerca sul tema) è la creazione di un osservatorio permanente in seno al ministero dell'Interno che monitori la presenza di questi luoghi anti-democratici". Lo affermano i deputati Andrea Maestri e Giovanni Paglia, di Possibile e Sinistra Italiana, nel presentare un'interrogazione al ministro Alfano.

"Esistono diverse riferimenti legislativi italiani e altrettante disposizioni e raccomandazioni europee a sostegno della nostra tesi - affermano Maestri e Paglia - ma nel concreto gli strumenti sono spuntati, anche perché la stessa azienda Facebook non tiene in considerazione tra i propri principi di base la matrice antifascista italiana e la normativa ad essa connessa. Allo stato, per rimuovere una pagina del genere c'è bisogno della buona volontà di un privato la cui identità può però essere rivelata a chi la pagina l'ha aperta, esponendolo quindi a ritorsioni. C'è allora bisogno di strumenti chiari, precisi e garantiti che obblighino la polizia postale a sollecitare a Facebook le necessarie chiusure nel rispetto della nostra legislazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagine Facebook che inneggiano al fascismo: "Necessario creare un osservatorio permanente"

RavennaToday è in caricamento