rotate-mobile
Politica Faenza

Palio del Niballo, il Pd appoggia la decisione del sindaco Malpezzi

"Apprezziamo dunque la grande sensibilità ed il coraggio dimostrati in questo frangente dal sindaco Giovanni Malpezzi", affermano i dem

Il Partito Democratico di Faenza condivide ed appoggia la decisione dell’amministrazione comunale di accantonare il progetto di affidare la gestione del Palio del Niballo ad una Fondazione dedicata costituita da rappresentanti dei Rioni, del Gruppo Municipale e dell’amministrazione stessa. Illustrano i dem: "Il progetto di costruire attorno al mondo del Palio un contenitore che gli garantisse una struttura adeguata per affrontare autonomamente e più liberamente le sfide organizzative e strategiche legate alla gestione ed all’ulteriore sviluppo della principale manifestazione cittadina era (ed è) assolutamente positivo, ma era evidente che non tutti erano pronti per questo passaggio, che avrebbe richiesto una ulteriore pesante responsabilità ai mondi rionali che, come sappiamo si basano sul volontariato e non possono quindi esser condotti su percorsi che non sentono pienamente propri".

"Apprezziamo dunque la grande sensibilità ed il coraggio dimostrati in questo frangente dal sindaco Giovanni Malpezzi che, di fronte alla non piena convinzione di tutti gli interessati, ha deciso di fermarsi e sciogliere il Comitato Promotore della Fondazione del Niballo, una scelta saggia e condivisa (lo scioglimento è stato votato all’unanimità) poiché il Palio rappresenta un bene della Comunità Faentina e la sua organizzazione non si può di certo cambiare senza il pieno consenso e la volontà del mondo rionale - proseguono -. Riteniamo comunque che gli sforzi profusi nel progetto non siano stati tempo perso:  in questi mesi è andata avanti una proficua ed approfondita riflessione, aperta a tutte le forze e le rappresentanze del mondo rionale, che ha permesso di discutere e confrontarsi a viso aperto sul futuro dell'organizzazione delle manifestazioni, mettendo sul tavolo le criticità legate alla gestione di carattere pubblico e cercando di individuare soluzioni alternative che favorissero e stimolassero la voglia di partecipazione dei Rioni all'organizzazione degli eventi legati al Palio del Niballo".

"Il Palio di Faenza e le manifestazioni ad esso collegate rappresentano un patrimonio storico-culturale di grande vitalità e rivestono anche un importante ruolo sociale per la partecipazione che riescono a generare all’interno della nostra comunità e spiace che alcune forze politiche cittadine vi trovino soltanto l’ennesima occasione per attaccare a prescindere l’amministrazione comunale - continuano -. Gridare al fallimento, come hanno fatto alcune forze di opposizione (e la Lega in particolare) evidenzia, per l’ennesima volta, il limite di voler trattare questioni complesse (e vitali per la nostra comunità) con grande superficialità, con l’unico obiettivo di infangare l’operato della Giunta. Questo approccio forse funziona per andare sui giornali e raccogliere un facile consenso, ma certo non aiuta ad affrontare i problemi che la gestione di una città pone quotidianamente davanti e soprattutto non è rispettoso nei confronti dei cittadini cui tutti (maggioranza ed opposizioni) dovremmo rendere conto. Per quanto ci riguarda, come partito di maggioranza, abbiamo preferito lavorare su un altro fronte e mantenere un dialogo attivo e costruttivo con chi il Palio lo vive 365 giorni all’anno e non solamente quando si avvicina la campagna elettorale. Come Partito Democratico di Faenza, che ha a cuore il bene della città, garantiamo e garantiremo sempre al mondo del Palio  confronto, attenzione e rispetto". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palio del Niballo, il Pd appoggia la decisione del sindaco Malpezzi

RavennaToday è in caricamento