rotate-mobile
Politica

Porto e dragaggi, Minichini (LpRa): "Ci aspettiamo un programma dei lavori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Tutti abbiamo appreso dai giornali le inaspettate competenze, in tema di dragaggi portuali, da parte del sindaco di Ravenna e del suo vice. Ci fa immensamente piacere e ci chiediamo come mai non siano uscite prima. Non apparteniamo a chi fa della dietrologia, a chi sostiene che è stato rimosso "Colui" che voleva andare avanti coi dragaggi, indipendentemente dalla soluzione, perché fanno perdere consenso elettorale al partito di governo territoriale, se attuati, a pochi mesi dalle elezioni. Noi siamo fiduciosi che sindaco e vice, con le ampie competenze ingegneristiche di cui hanno dato prova in questi mesi, così come hanno rimosso il "Male", ora siano in grado di decidere l'andamento dei lavori, la localizzazione delle casse di colmata e mantenere i finanziamenti in essere. Ci aspettiamo un programma dei lavori, molto dettagliato, dei prossimi tre mesi, con relativo diagramma Gantt. D'altra parte l'hanno promesso, a partire da tutte le testate giornalistiche in cui sono apparsi. Vogliamo sapere cosa ne pensa il nuovo Presidente dell'Autorità Portuale, vedere i contratti di appalto stipulati. Diversamente ci troveremmo in seria difficoltà. Dovremmo ammettere che a pensar male, come dice il proverbio, spesso ci si indovina sempre.

Ma forse in questa Ravenna, in cui qualcuno crede ancora di poter manipolare impunemente, ci sono risorse e forze che un po' alla volta stanno reagendo. Forze che accanto alla denuncia offrono soluzioni innovative, moderne, europee. Ad esempio, abbiamo fatto un convegno a Marina di Ravenna sulle draghe sostenibili che non abbisognano di casse di colmata, alla presenza dei migliori esperti internazionali. Un suggerimento: in questo periodo di transizione sperimentiamo le innovazioni in termini di dragaggi, all'interno della legalità sugli appalti pubblici. Facciamoci parte dirigente del progresso vicino ai cittadini. C'è un esempio recente della Regione Sardegna. Evitiamo di stare al palo, di non saper dove sbattere la testa dopodomani, perché i prossimi mesi saranno uno specchio terribile delle promesse e noi saremo qui, accanto ai cittadini, tutti i santi giorni, a ricordarvele. Vi diciamo fin d'ora che non accetteremo mai una proposta "abborracciata", magari il giorno dopo le elezioni spacciata per ultima spiaggia, a vantaggio dei soliti".

Pasquale Minichini, Lista per Ravenna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto e dragaggi, Minichini (LpRa): "Ci aspettiamo un programma dei lavori"

RavennaToday è in caricamento