rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Pass Ztl nei parcometri, CambieRà: "Siamo esterrefatti da questa scelta"

"​Siamo esterrefatti da una scelta simile, soprattutto quando leggiamo agli ingressi cittadini cartelli di divieto di transito dal lunedì alla domenica per tenere monitorate le emissioni di PM10 e scongiurare i numerosi sforamenti"

Apprendiamo con un certo stupore l’iniziativa presentata dall’Assessore Fagnani riguardo la possibilità di utilizzare i parcometri per ottenere un pass di 24 ore per la libera circolazione di automezzi in zone tutelate da ztl e Sirio (ad esclusione delle zone completamente pedonali) a partire dal 5 dicembre prossimo.

Una delibera simile, senza alcuna distinzione in merito all’automezzo, all’anno di immatricolazione, alla sua conseguente appartenenza agli Euro 6, Euro 5 o al di sotto, all’alimentazione primaria, renderanno il centro storico un caos assurdo a qualsiasi ora. 

Ci immaginiamo già decine di auto ferme con le quattro frecce davanti ai numerosi negozi del centro durante le festività natalizie in preda al delirio da “shopping a km 0”, con auto cariche di persone che, con somma soddisfazione, divideranno la somma di 8 euro per poter scorrazzare a piacimento per le vie più “in” della città.

Siamo esterrefatti da una scelta simile, soprattutto quando leggiamo agli ingressi cittadini cartelli di divieto di transito dal lunedì alla domenica per tenere monitorate le emissioni di PM10 e scongiurare i numerosi sforamenti – sui quali potremmo aprire una lunga parentesi in merito alla spesa per la creazione e il posizionamento degli stessi, senza poi utilizzare le forze dell’ordine a controllo dell’ottemperanza del divieto posto in essere, ma non lo faremo. Non ci capacitiamo dell’incoerenza amministrativa che si dimostra eliminando parcheggi a ridosso del centro storico, promuovendo i mezzi pubblici come alternativa, per poi favorire gli ingressi direttamente in auto, pedonalizzando intanto completamente la zona del mausoleo di Galla Placidia. 

Volendo essere puntigliosi, inoltre, ricordiamo all’Assessore che il 12 settembre 2016, in sede di Consiglio Comunale, è stato approvato un ordine del giorno all’unanimità , proposto proprio da noi, in cui si sarebbe permesso alle auto ibride di circolare liberamente in zone ztl, certi della loro bassissima emissione PM10, offrendo loro inoltre la possibilità di richiedere un permesso annuo per i parcheggi su strisce blu a prezzo agevolato.

La conclusione di questo ordine del giorno, e la delibera di attuazione, ancora non è stata portata avanti dallo stesso Assessore, il quale, a suo tempo, chiese di istituire una commissione dedicata per la discussione, appunto, dei dettagli tecnici a compimento del processo attuativo (dato che è da settembre che riceviamo le ovvie richieste dei cittadini su come ottenere i permessi ed a quali costi). 
Commissione consiliare convocata, quindi, dalla nostra capogruppo Michela Guerra lo scorso 14 novembre e palcoscenico di  un teatro dell’assurdo, in quanto addirittura parte della maggioranza nemmeno aveva memoria di aver votato a favore dell’ODG discusso, tanto da non essere nemmeno più convinta della sua utilità, ritenendolo in parte persino negativo dal punto di vista dell’impatto ambientale nel centro storico e di intralcio per eventuali disabili circolanti.

Commissione consiliare conclusasi, quindi, con un nulla di fatto, senza alcuna decisione presa e solo con la promessa da parte dell’Assessore di studiare le zone in cui poter far circolare le ibride e la quota annua da pagare per ottenere il pass per i parcheggi, senza però definire né metodi, né tempistiche.

Una delibera di questo tipo, approvata senza alcuna discussione consiliare, dimostra appieno i motivi di tali tentennamenti nei nostri confronti. Ci domandiamo inoltre cosa pensino le Associazioni di Categoria di fronte a questa scelta di fortissimo impatto e ci chiediamo se l’aprire il centro storico in questo modo possa portare davvero a benefici concreti in termini economici ai loro associati o se aumenterà il fuggi fuggi verso aree più respirabili. Noi siamo totalmente e fermamente contrari a questa scelta: l’ennesimo errore per portare il centro storico alla morte definitiva, sia in termini commerciali che in termini “polmonari”.

Samantha Tardi
Movimento Civico CambieRà

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pass Ztl nei parcometri, CambieRà: "Siamo esterrefatti da questa scelta"

RavennaToday è in caricamento