menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd, no a detassazione tributi su piattaforme: "Impatto di 300 milioni, cancellare la norma"

Secondo i consiglieri Pd l'impatto del provvedimento sulle casse dei comuni ammonterebbe a 300 milioni di euro, dei quali ben 40 a carico del comune di Ravenna

La notizia secondo cui, nell’ambito della manovra correttiva varata nei giorni scorsi dal Governo, sarebbe stata introdotta una norma interpretativa volta alla detassazione, con effetto retroattivo per gli anni dal 2011 al 2016, dei tributi Ici, Tasi e Imu a carico delle piattaforme per l’estrazione degli idrocarburi in mare, è oggetto di un’interrogazione presentata in Regione da Gianni Bessi, primo firmatario, Mirco Bagnari e Manuela Rontini (Pd), che chiedono alla giunta di intervenire sul governo per la cancellazione della norma.

Secondo i tre consiglieri, infatti, "l’impatto del provvedimento sulle casse dei comuni ammonterebbe a 300 milioni di euro, dei quali ben 40 a carico del comune di Ravenna". Anche il  Comune di Cesenatico verrebbe penalizzato dalla norma. Gli esponenti Pd, pertanto, che riconoscono al presidente della Regione "il merito di avere di recente sottoscritto un protocollo col governo finalizzato a coniugare la tutela dell’ambiente marino, della costa e delle attività turistiche con le istanze economico-industriali delle estrazioni offshore di gas naturale", chiedono all’esecutivo regionale di "sensibilizzare il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a fissare al più presto l’incontro con il sindaco di Ravenna dallo stesso richiesto martedì”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento