rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica Faenza

"Per i rom le case popolari ci sono, per i faentini no?": la protesta della Lega

A far protestare il consigliere regionale della Lega Nord, Andrea Liverani, e il capogruppo comunale Gabriele Padovani, è quello che i due definiscono "un caso di discriminazione al contrario"

"Il comune di Faenza è sempre prodigo di attenzioni per i rom e i richiedenti asilo del territorio, inseriti in fantomatici progetti di inclusione, ma quando a chiedere aiuto è una cittadina faentina la risposta è la proposta di un letto in casa di riposo, perché per lei la casa popolare non c’è". A far protestare il consigliere regionale della Lega Nord, Andrea Liverani, e il capogruppo comunale Gabriele Padovani, è quello che i due definiscono "un caso di discriminazione al contrario: porte aperte agli stranieri, come nel caso dei rom, decisamente meno aperte nei confronti degli anziani residenti. Si tratta di un’arzilla donna di 80 anni, ancora autosufficiente, che si è vista negare la possibilità di trovare sistemazione in un alloggio Acer, a seguito di un procedimento di sfratto. Questa signora avrebbe tutto il diritto di poter condurre la sua vita in autonomia, all’interno di un alloggio popolare, ma il comune gli avrebbe detto semplicemente che le case popolari non ci sono. Almeno per lei, in quanto abbiamo tutti sotto gli occhi l’esempio delle abitazioni nuove fiammanti di via Fornarina, che sono state destinate ai cosiddetti “richiedenti asilo” o case popolari dove si trovano attualmente i rom".

Per il consigliere Liverani "è un vero scandalo che quando si parla di stranieri ci sia tutta questa buona volontà da parte dei servizi sociali comunali e della giunta a guida Pd, mentre se a chiedere aiuto sono i cittadini faentini e romagnoli i loro diritti vengano sempre ignorati. In questo caso, peraltro, con una decisione assurda, come quella di relegare una donna ancora autosufficiente in una casa di riposo, con un esborso economico anche maggiore a quello di una scelta più ragionevole: farla entrare in un alloggio popolare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Per i rom le case popolari ci sono, per i faentini no?": la protesta della Lega

RavennaToday è in caricamento