rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica

"Perché la Pineta Ramazzotti è ancora chiusa?"

"Questa non è più una riserva naturale - rinforza Minichini - non ha neanche le sembianze di un bosco, l'hanno fatta diventare un ammasso di alberi rinsecchiti alla mercè delle frequenti ingressioni di acqua del mare"

"Perché la Pineta Ramazzotti è ancora chiusa?". A porsi l'interrogativo è l'esponente di Lista per Ravenna, Pasquale Minichini, che attacca: "Qualcuno immagina di avere anche la risposta, che non è quella della protezione per consentire la rigenerazione della parte bruciata ma: forse per non farci vedere lo stato in cui l'hanno ridotta l'indifferenza e l'incuria, di ha il dovere di tutelare un bene così prezioso per l'intera umanità? Con il termine "Riserva naturale" si intende una zona per cui si ha un livello di protezione molto elevato, con l'obiettivo di salvaguardare il più possibile gli ecosistemi presenti e le loro caratteristiche".

"Questa non è più una riserva naturale - rinforza Minichini - non ha neanche le sembianze di un bosco, l'hanno fatta diventare un ammasso di alberi rinsecchiti alla mercè delle frequenti ingressioni di acqua del mare. Non rientra più neanche nelle grazie della Regione Emilia Romagna, tant'è che per il Parco del Delta del Po si privilegiano finanziamenti europei solo per il comparto Emiliano e quello Veneto. Sito di Importanza Comunitaria, Zona di Protezione speciale, Rete Natura 2000, Area Ramsar, che fine hanno fatto, connotano ancora questo territorio? Allora viene veramente da chiedersi: a che pro continuare a definirla tale? Forse perché in grado di foraggiare le casse di qualche ente, attraverso le sanzioni che comminano all'ignare persone, che si avventurano in una distensiva passeggiata lungo la spiaggia, per scaricare lo stress accumulato durante una settimana lavorativa?"

"La straordinarietà di questo ambiente naturale, ricco di biodiversità, con una fauna e flora spontanea imparagonabile, è sempre stato l'emblema di Lido di Dante - ricorda il rappresentante di Lista per Ravenna -. Ora prevale la rabbia anche di chi, avendo scoperto le peculiarità che offriva la località, ha deciso di spostarvi la propria residenza ma di non poter più fruire di cotanta bellezza. Adesso basta, noi vogliamo riappropriarci della natura, di quel po' che ancora è rimasto, che ci appartiene. Basta con l'illusione dell'eco lido, che l'amministrazione comunale di Ravenna ci ha propinato in ogni salsa. Basta con il tira e molla dei lavori per la messa in sicurezza della zona a sud della località, per la salvaguardia di spiaggia e pineta. Siamo stufi, ci avete preso in giro abbastanza. È dal 2013 che a ogni assemblea era ricorrente il progetto e l'inizio dei lavori a breve. Non li vedremo neanche quest'anno, salvo che ci togliate il disturbo alle prossime elezioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Perché la Pineta Ramazzotti è ancora chiusa?"

RavennaToday è in caricamento