Minichini (LpRa): "Piazza kennedy e…gli archingegneri"

La voglia della peggiore Amministrazione che abbiamo avuto dal dopoguerra, è di dare un ultimo colpo di coda dell’anticultura.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Dopo la laurea in ingegneria di Sindaco, Vice, dopo la defenestrazione del Presidente dell'Autorità Portuale, che abbiamo salutato non senza stupore, l'avvio finalmente dei dragaggi del porto, con un'alta direzione lavori, che ognuno può ben notare tutte le mattine navigando lungo il Canale Candiano, un'inedita coppia ci ha sorpreso di nuovo. Abbiamo una piazza intitolata al fu presidente Kennedy, posta al centro di un impianto urbano datato V-IV secolo a.C., colonia greco-etrusca, umbro-picena, dei celti, dei romani, con un repertorio a un centinaio di metri, la Domus dei Tappeti di Pietra, indagata e diretta dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici dell'Emilia Romagna fino a 6.50 metri di profondità, al II secolo a.C. L'inedita coppia di Sindaco e Assessore ai Lavori pubblici, con una fresca laurea in Archingegneria, ha deciso di fermare gli scavi archeologici, per ragioni certamente "convincenti" a 3,80 metri. Il resto mancia è stato sentenziato, i cittadini di Ravenna si accontentino. L'archeologia (dal greco ἀρχαιολογία, composto dalle parole ἀρχαῖος "antico" e λόγος "studio") è la scienza che studia le civiltà e le culture.

Ora un'indagine archeologica si fa a tutto campo cercando di capire, non per trovare unicamente un manufatto. Dirimere un impianto urbano fatto di strade, canali, piazze, fabbriche, giardini, come ad esempio quello romano. Fra l'altro, a maggior ragione, in una città Capitale dell'Impero Romano d'Occidente, che non ha ancora una carta archeologica. E' un'occasione unica per la quale il mondo ci guarda, ma non evidentemente per la coppia di archingegneri. Se per caso troviamo un giardino, un impianto fluviale magari colmato, comunque non un manufatto, diciamo grazie, a "Noi" poco importa. In questo caso è probabile che se abbiamo scavato, magari in fretta richiudiamo. Tento di prenderla sul ridere, per evitare di piangere, perché credetemi sta succedendo davvero. La voglia della peggiore Amministrazione che abbiamo avuto dal dopoguerra, è di dare un ultimo colpo di coda dell'anticultura: seppellire una parte degli scavi archeologici della piazza e brandendo il puro interesse elettorale, rovinare quel poco che resta della dignità di Ravenna. La commissione che ci ha giudicato per "Capitale Europea della Cultura", aveva visto più che bene".

Pasquale Minichini, Lista per Ravenna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento