rotate-mobile
Politica Lugo

Pioggia e grandine devastano l'agricoltura, la Lega: "Ristori alle aziende"

La richiesta alla Regione è di sapere quali misure "intenda mettere in atto per garantire ristori alle aziende che sono state colpite" dal violento temporale, il 15 agosto, in provincia di Ravenna e in particolare sulla Bassa Romagna

"Ristori alle aziende colpite dal violento temporale nel ravennate": è l'oggetto di un'interrogazione alla giunta regionale del consigliere regionale della Lega, Andrea Liverani, per chiedere un intervento a favore delle imprese che il 15 agosto hanno riportato danni ingenti alle colture. La richiesta alla Regione è di sapere quali misure "intenda mettere in atto per garantire ristori alle aziende che sono state colpite" dal violento temporale, il 15 agosto, in provincia di Ravenna e in particolare sulla Bassa Romagna.

Nell'interrogazione, Liverani sottolinea che "in situazioni così emergenziali diventa fondamentale per tutte le imprese agricole del territorio avere un supporto economico da parte degli enti regionali e nazionali, visto che in poche ore, a causa dei danni da grandine, è stato vanificato il lavoro di un anno intero". In particolare, il Carroccio ricorda che "il vento forte (fino a 70 chilometri orari), accompagnato da una violenta grandinata, ha arrecato ingenti danni a tutte le colture. Infatti, "non sono stati danneggiati solo gli alberi da frutto e i vigneti ma gli agricoltori hanno anche riscontrato ingenti danni ad altre colture come quella della cipolla".

In una seconda interrogazione, la Lega sollecita l'esecutivo regionale dopo che nella zona della valle Mandriole è stato segnalato l'ennesimo episodio di intossicazione botulinica nei volatili, "chiaro segnale di una mancata gestione del livello idrico della valle. Riprendere in considerazione la soluzione di una presa a monte della briglia sull’argine sinistro del fiume Lamone, uguale a quella già esistente sull’argine destro, che da anni svolge egregiamente la sua funzione. Ad oggi la valle Mandriole versa nelle stesse condizioni degli anni precedenti", sottolinea il Carroccio, che specifica come la soluzione prospettata "darebbe autonomia idraulica alla valle e un ricambio idrico costante, così da sfavorire la formazione del botulino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pioggia e grandine devastano l'agricoltura, la Lega: "Ristori alle aziende"

RavennaToday è in caricamento