rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

Infrastrutture, Ancisi lancia l'allarme: "Otto ponti andrebbero demoliti"

A lanciare l''allarme e'' il leader di Lista per Ravenna (Lpr), Alvaro Ancisi, che al tema ha cominciato a dedicarsi nel lontano 1995, dopo che una serie di sopralluoghi negli anni precedenti registro'' in 46 dei 171 ponti totali "screpolature, cedimenti, fessurazioni" e quant''altro di poco rassicurante

L''obbligo di chiuderli non c''e'' ma per 21 ponti del Comune di Ravenna il prossimo 15 marzo scade la transitabilita''. E otto di questi andrebbero demoliti e ricostruiti. A lanciare l''allarme e'' il leader di Lista per Ravenna (Lpr), Alvaro Ancisi, che al tema ha cominciato a dedicarsi nel lontano 1995, dopo che una serie di sopralluoghi negli anni precedenti registro'' in 46 dei 171 ponti totali "screpolature, cedimenti, fessurazioni" e quant''altro di poco rassicurante. Ai tempi il civico chiese un cheek-up completo, affidato pero'' solo nel 2011 dal Comune all''impresa ''4 Emme'' di Bolzano che ha effettuato prove di carico su 48 strutture. Con risultati non proprio confortanti per gli automobilisti ravennati e non solo. Come da relazione generale, "uno stato di degrado complessivo elevato e superiore del 47% a quello medio riscontrato su tutto il territorio comunale".

Per ogni ponte, spiega Ancisi, l''impresa fornisce il massimo carico complessivo e la scadenza della dichiarazione di transitabilita'', caldeggiando sia ispezioni visive sia una verifica generale. Di cui pero'' "non si sa niente". Il Comune, precisa Ancisi, ha incaricato la ''4 Emme'' di una verifica generale solo su sei ponti la cui ristrutturazione e'' nel piano degli investimenti 2016-2018 per un importo totale di 4,8 milioni di euro. Insomma, stigmatizza Ancisi, prima l''amministrazione "e'' stata inattiva dall''89 al 2011 e le cose non sono migliorate ma prevedibilmente peggiorate". Ora scarica la patata bollente su chi governera'' la citta'' per i prossimi cinque anni. Infatti "48 ponti son fuori norma" e per 21 di questi il limite di transitabilita'' scade a meta'' marzo. Per i rimanenti 26, equamente, tra il 15 marzo 2017 e il 15 marzo 2018. Non solo: sono otto quelli "messi peggio", con l''impresa che sostanzialmente afferma la necessita'' di "buttarli giu'' e rifarli".

Ma un intervento e'' in programma solo per i Tre Ponti di Sant''Alberto e comunque entro il marzo 2017, mentre per il ponte di Grattacoppa, il piu'' critico, il cronoprogramma dei lavori "fissa il tempo totale per la fruibilita'' dell''opera in 26 mesi da dicembre 2015". Insomma se tutto va bene sara'' finito nel febbraio 2018. "L''amministrazione- ricorda Ancisi- scade questa primavera e consegna una situazione che richiede milioni di euro. Solo le verifiche costano tantissimo. E se per caso uno franasse, senza le verifiche fatte- fa gli scongiuri del caso- qualche responsabilita'' sara'' attribuita". Ancisi non vuole spingersi ad affermare che andrebbero chiusi per legge, il rischio e'' che per Ravenna non si giri piu'', ma se la scurezza e'' un tema prioritario "se ci sono delle probabilita'' che crolli va interdetto al traffico". Di certo ora, conclude, "ci vuole una barca di soldi" anche se nel passato "periodi di vacche grasse" per intervenire ce ne sono stati. Comunque si tratta di una "priorita'', piu'' delle buche nelle strade e dei marciapiedi". 

Ha replicato l''assessore ai Lavori pubblici, Roberto Fagnani, ricordando che Palazzo Merlato dal 2011 si e'' attivato per tutte le verifiche necessarie e ora c''e'' perfetta conoscenza dello stato di salute delle 256 strutture, in tutto circa cinque chilometri di strade. E'' cosi'' possibile, aggiunge, fare i vari approfondimenti e mettere in campo la giusta programmazione dei vari interventi, individuando le criticita'' maggiori. Senza dimenticare che in fatto di antisismica i controlli sono in continua evoluzione. Nello specifico dei ponti per cui e'' in scadenza la transitabilita'' ci saranno dei "controlli piu'' approfonditi" per prolungare la data del 15 marzo. Per questo tra due martedi'', il 16 febbraio, e'' in programma un sopralluogo della ditta 4 Emme, la stessa a cui il Comune ha affidato le indagini nel 2011 citate da Ancisi. Insomma, conclude l''assessore, "nelle verifiche siamo attivi continuamente e nessun ponte restera'' ovviamente senza transitabilita''"

(fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture, Ancisi lancia l'allarme: "Otto ponti andrebbero demoliti"

RavennaToday è in caricamento