rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Politica

Porto, il monito di Pezzi: "Occhio a non deturpare patrimonio da 190 milioni"

In consiglio comunale per l''approvazione del bilancio di Ravenna Holding, Ravenna Farmacie e Romagna Acque, il presidente della cassaforte delle partecipate ravennati, Carlo Pezzi, ha relazionato sulla trasformazione di Sapir

Privato specializzato sugli aspetti operativi e pubblico che si ritira in un presidio degli aspetti patrimoniali. "Che in un porto senza aree pubbliche e' un elemento strategico per garantire nel tempo un mercato aperto e con piu'' operatori". In consiglio comunale per l''approvazione del bilancio di Ravenna Holding, Ravenna Farmacie e Romagna Acque, il presidente della cassaforte delle partecipate ravennati, Carlo Pezzi, ha relazionato sulla trasformazione di Sapir. Ha, sottolinea, un "ruolo molto importante per lo sviluppo" del Candiano. Oggi è una società che per gli aspetti terminalistici opera in concorrenza con "almeno 10 operatori", per cui "non e'' sostenibile che abbia cannibalizzato il mercato".

Sul futuro, conferma, "siamo impegnati a dare corso agli indirizzi dei soci per portare il privato a specializzarsi su aspetti operativi e il pubblico a ritrarsi in un presidio degli aspetti patrimoniali". C''e' un dibattito in corso, prosegue, anche in relazione alla riforma nazionale della Pa. Ma occorre tenere presente che la societa'' vale almeno 190 milioni di euro e fa cinque milioni di titoli. Per cui "non si deve fare qualcosa che abbia come risultato il depauperare il patrimonio dei cittadini e abbattere la possibilita'' di produrre ricchezza e lavoro di qualita''". Ed e' "questo che stiamo cercando di fare".

(fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto, il monito di Pezzi: "Occhio a non deturpare patrimonio da 190 milioni"

RavennaToday è in caricamento