Martedì, 15 Giugno 2021
Politica Centro

"Stop al massacro", Rifondazione Comunista lancia un presidio per fermare gli scontri in Palestina

La federazione di Ravenna del Prc: "Assistiamo all’ennesimo attacco criminale contro Gaza dove due milioni di persone vivono assediati da 14 anni in una prigione a cielo aperto senza nessuna protezione internazionale. Ancora una volta, la provocazione è venuta dalla repressione israeliana con la profanazione dei luoghi sacri, dalla ininterrotta pulizia etnica a Gerusalemme Est occupata"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

In una situazione di apartheid antipalestinese, continuano la violenza e le provocazioni delle forze di occupazione e dei coloni, le violazioni del diritto internazionale in spregio delle risoluzioni dell’Onu, con detenzioni arbitrarie e omicidi. Come sancito dall’Onu, la ricerca della Pace deve basarsi sulle frontiere internazionali del 1967, sapendo anche che non ci sarà mai pace senza giustizia, e senza un vero appoggio internazionale alle legittime rivendicazioni del popolo palestinese. In sua assenza è ipocrita stupirsi se un popolo oppresso cerca di esercitare il proprio diritto all’autodifesa e parlare di simmetria tra occupanti e occupati, tra vittime e carnefici, di fronte all’uso letale della forza militare da parte dello stato occupante.

In queste drammatiche ore facciamo appello alla mobilitazione per cessare il fuoco e fermare l’assedio a Gaza. Mentre il complice governo italiano solidarizza con l’invasore, da parte nostra non smetteremo di chiedere il ritiro dai territori occupati, il blocco delle demolizioni di case palestinesi e degli insediamenti dei coloni, la fine della pulizia etnica. Siamo per boicottare il regime d’apartheid israeliano, interrompere ogni accordo militare con lo Stato d’Israele, applicare le risoluzioni Onu. Per dire stop al massacro, per il diritto all’autodeterminazione, per il riconoscimento dello Stato di Palestina si farà un pubblico presidio sabato 22 maggio ore 17,00 in piazza Kennedy. All’appello hanno già aderito annunciando la loro partecipazione al presiio: PCI, Potere al Popolo, Associazione Nazionale di amicizia Italia-Cuba - Circolo di Ravenna, Collettivo Anarchico “Emile Herry”, Associazione di solidarietà tra i popoli “Alma Rebelde”.

Federazione di Ravenna del Partito della Rifondazione Comunista

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stop al massacro", Rifondazione Comunista lancia un presidio per fermare gli scontri in Palestina

RavennaToday è in caricamento