Politica

Problemi di viabilità, il M5S interpella il sindaco Coffari

"Una buona amministrazione si vede dalla gestione ordinaria, dalle cose che può fare subito, a costo zero. Inutile fare proclami di investimenti clamorosi, peraltro senza coperture finanziarie"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Una buona amministrazione si vede dalla gestione ordinaria, dalle cose che può fare subito, a costo zero. Inutile fare proclami di investimenti clamorosi, peraltro senza coperture finanziarie, quando non si riesce a gestire un banale problema di viabilità.

Sottoponiamo quindi al Sindaco Luca Coffari e all’Assessore Grandu, un paio di punti che ci vengono segnalati dai cittadini cervesi da parecchio tempo. Questi lamentano la “sconcertante” assenza della Polizia Municipale in situazioni in cui la regolamentazione del traffico è vitale, e riportiamo: “Io e altre persone, negli ultimi 20 anni, abbiamo rilevato spessissimo questo problema, indignandoci”. I cittadini proseguono evidenziando: “L’incrocio delle saline spesso, in giornate da bollino nero è effettivamente presidiato, ma nella maggior parte delle volte, come a pasquetta il 06 aprile, non c'era nessuno. La coda delle macchine è arrivata fino a Tantlon. Sappiamo per certo che molta gente ha smesso di venire a Cervia per non farsi tre quarti d'ora di coda nelle saline. La gente va a Cesenatico o a Marina di Ravenna. Tutto turismo che Cervia perde in modo irreversibile. Che mettano una telecamera, e quando vedono che il traffico è intenso (ma a pasquetta, col sole, non crediamo serva la telecamera), mandino agenti a regolare il traffico. Se serve, 24 ore su 24, ci sembra una questione abbastanza importante”.

Vogliamo ricordare al sindaco che durante il primo incontro tenutosi a giugno 2014, durante il quale lui ci chiese se avessimo delle proposte per migliorare il nostro comune; lo stesso incontro che cita spesso polemicamente per stigmatizzare l’assenza delle suddette, il M5S propose “banalmente”, che fosse messo un cartello (oppure un vigile nei giorni critici), a Castiglione di Cervia all’altezza di Via Ragezzena per deviare il traffico verso l’Adriatica all’altezza di Savio, in modo da sfruttare al meglio lo svincolo della Nullo Baldini, e finalmente fare entrare i turisti in quello che dovrebbe essere l’accesso principale di Milano Marittima, il V.le Matteotti. Questo ulteriormente aprirebbe in quelle zone la possibilità di nuove attività commerciali al momento insperate.

I cervesi avanzano ancora un secondo punto, e citiamo: “L’attraversamento pedonale V.le Roma - Porta mare, in estate soprattutto, ma ogni qualvolta ci siano manifestazioni in piazza o nel viale stesso, (mercato, ecc.), senza un agente a regolare il passaggio pedonale crea ingorghi di macchine che bloccano l'intera circonvallazione di Cervia”. Il disagio coinvolge cittadini e turisti, senza contare che l'inquinamento causato dalle auto ferme in coda, aggiunge un problema sanitario a quello della circolazione. “Quella zona deve essere SEMPRE presidiata, tutte le sere in estate ed ogni qualvolta ci siano eventi. Oppure che mettano un semaforo a pulsante”. Il sindaco e l’assessore delegato devono dare un input alle forze della municipale, perché si tratta di una questione altamente strategica dai riflessi economici importanti. Riteniamo il tutto plausibile, lecito, e di facile applicazione. Restiamo in attesa di debita risposta dalla nostra amministrazione.

Alessandro Marconi Capogruppo 5 Stelle Cervia

Monia Domeniconi C.c. 5 Stelle Cervia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Problemi di viabilità, il M5S interpella il sindaco Coffari

RavennaToday è in caricamento