Profughi impiegati nella sagra di paese, la Lega all'attacco: "Usati per spot"

"Ci tacciano di essere sciacalli, ma in verità i veri sciacalli sono loro, che utilizzano dei profughi per lavorare ad una sagra paesana, solo per tentare di imbuonirsi l'opinione pubblica"

"Ci tacciano di essere sciacalli, ma in verità i veri sciacalli sono loro, che utilizzano dei profughi per lavorare ad una sagra paesana, solo per tentare di imbuonirsi l'opinione pubblica. Uno spot a questa immigrazione incontrollata e a questa accoglienza sbagliata e basata solo sull'interesse di alcune cooperative in cerca di lucro" con queste dure parole attaccano Andrea Liverani, consigliere regionale della Lega Nord, e Gabriele Padovani, capigruppo leghista a Faenza, in merito all'utilizzo di profughi alla Sagra del Buongustaio di Reda.

Proseguono i due leghisti: "Ci troviamo di fronte ad una sagra con decenni di esperienza, con uno staff eccellente e che ha sempre funzionato al meglio. Crediamo che inserire dei profughi, anzi dei clandestini, fra i lavoratori sia sbagliato. Vogliono solo far passare l'idea che l'accoglienza organizzata dal PD sia giusta e fatta per bene, mentre in verità tutto ciò non è fatto per bontà, bensì per un buonismo, anzi un falso buonismo, che si basa non sulla cura e la salvaguardia del prossimo ma sull'ingrassare le tasche di alcune cooperative compiacenti, con la collaborazione dell'unione dei comuni e dell'Asp, che utilizzano degli ignari profughi per monetizzare. Se questa è accoglienza, allora noi siamo contenti di essere completamente e fieramente contrari a tutto ciò".

Continuano quindi Liverani e Padovani: "Le lamentele dei redesi sono all'ordine del giorno. Urla, disturbi, alcool e tutto ciò che ne consegue hanno smosso la quiete di Reda negli ultimi mesi, perciò l'inserimento coatto di alcuni clandestini dentro la sagra è solo un bieco tentativo di distorcere l'opinione pubblica. Noi a tutto ciò non ci stiamo. Sfruttano dei poveretti per coprire i loro errori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Concludono quindi i due esponenti leghisti: "Siamo sempre stati contrari a questa accoglienza che si basa sul solo business, e per la nostra contrarietà siamo sempre stati tacciati di razzismo. Vedendo invece quali sono le contromisure (tristi, sbagliate e mal ponderate) del PD e della Pro Loco, capiamo che siamo noi dalla parte giusta della barricata, mentre sono loro che difendono l'interesse delle solite cooperative sociali, che di sociale non hanno nulla. Noi non cambiamo idea e continueremo a manifestare la nostra contrarietà. La gente è stanca e prima o poi questa amministrazione dovrà fare i conti con la propria cittadinanza".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento