rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Politica

Elezioni, le proposte di Ancisi (LpRa) per il forese: "Meno imposte per le imprese e il potenziamento dei trasporti"

Per il candidato sindaco è fondamentale per risollevare il forese il "mantenimento di tutte le sezioni delle scuole per l’infanzia e delle scuole primarie"

"Le frazioni del forese sono sempre state trattate dall’attuale Amministrazione come territori di terza categoria. Molte sono affette da un eccessivo e squilibrato incremento edilizio spesso di natura speculativa, non accompagnato da una pari dotazione di servizi pubblici. Le altre subiscono lo spopolamento a causa di una politica urbanistica, dei trasporti, dei collegamenti e dei servizi pubblici che ne ha impoverito il tessuto sociale". Lo rileva Alvaro Ancisi, il candidato sindaco sostenuto da Lista per Ravenna e altre liste civiche alla elezioni amministrative del 3-4 ottobre.

Per risollevare le frazioni del forese Ancisi indica alcune priorità, cominciando dalla "redazione di un piano di sicurezza e presidio dei territori foranei tramite presenza costante della polizia locale e della sicurezza ausiliaria". Di non secondaria importanza il "mantenimento di tutte le sezioni delle scuole per l’infanzia (3-6 anni) e delle scuole primarie (6-11 anni) esistenti, dislocandovi opportunamente il tempo pieno o i doposcuola; sviluppo ed estensione dei nidi per l’infanzia (0-3 anni) associati alle scuole per l’infanzia in un unico polo edilizio".

Oltre a questo il candidato sindaco dice "no ai piani urbanistici vigenti che espongono il forese ad ulteriori lottizzazioni speculative, bensì possibilità di realizzare nuove case a misura familiare con interventi di ammodernamento e ricucitura degli insediamenti esistenti; promozione di forme associative per la ristrutturazione e riqualificazione di aree in cui realizzare piccoli lotti edificabili sottratti alla speculazione edilizia, utili, attraverso lotti minimi per la costruzione di alloggi ad uso diretto delle famiglie, affinché i cittadini, specie le giovani coppie, non abbandonino la zona - ma servono anche - promozione e sostegno all’insediamento di servizi ed esercizi pubblici e al mantenimento delle attività economiche legate ai bisogni primari e alla produzione di reddito e di posti di lavoro".

Tra le altre priorità per il forese Ancisi sottolinea l'importanza di "un piano di esenzione o sostanziale riduzione per cinque anni dalle imposte comunali a favore delle nuove imprese commerciali e di quelle esistenti che ampliano la propria sede o le loro attività oppure assumono personale in forma stabile", con misure di sostegno per favorire il ricambio generazionale nelle imprese agricole. Inoltre andrebbe potenziata la rete dei trasporti e dei collegamenti "prevedendo tra l’altro corse giornaliere gratuite per i minori che frequentano attività scolastiche o formative".

Ancisi propone anche di "realizzare vere e proprie reti di percorsi ciclo-pedonali che colleghino con la città e tra loro le frazioni situate sulle strade provinciali e statali, sfruttando ove possibile, con finalità anche naturalistiche e turistiche, gli argini dei fiumi". Infine il candidato propone l'attivazione di "uno Sportello Unico Itinerante (SUI) nelle frazioni durante i giorni di mercato, col quale i cittadini possano interfacciare la pubblica Amministrazione per ottenere certificati, presentare qualsiasi tipo di pratica, protocollare istanze, rinnovare documenti e ricevere informazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, le proposte di Ancisi (LpRa) per il forese: "Meno imposte per le imprese e il potenziamento dei trasporti"

RavennaToday è in caricamento