rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica

Salta la rassegna di Classe, Viva Ravenna: "Ha avuto enorme successo. Il Comune sta cercando una soluzione?"

I consiglieri Grandi e Donati sull'annullamento della rassegna Classe al chiaro di luna: "Il comune ha un interesse tangibile, avendo erogato alla fondazione Ravennantica nel solo anno 2020 oltre un milione di euro"

"Perché la rassegna Classe al chiaro di luna non si svolgerà e non è possibile intervenire per recuperarla?". Sono queste, in sintesi, le domande che Nicola Grandi e Filippo Donati, consiglieri comunale di Viva Ravenna, pongono al sindaco De Pascale attraverso il question time che hanno depositato. Ha fatto scalpore l'annuncio sui social che ha comunicato l'annullamento della stagione 2022 della rassegna di spettacoli nell'arena del Museo Classis e ora i due consiglieri di opposizione vogliono approfondire la questione.

"Classe al chiaro di luna, la rassegna estiva di fatto 'costola' di Ravennantica ha portato nella splendida cornice dell’arena eventi del Museo Classis qualcosa come 22.000 spettatori fra il 2020 ed il 2021 per un totale di oltre 70 eventi, a far da traino anche al museo stesso, in quanto visitabile gratuitamente nelle serate degli spettacoli - rilevano Grandi e Donati - Artefice primaria e 'madrina' della manifestazione la fondazione Ravennantica, in collaborazione e partnership con numerose altre realtà ed eccellenze culturali cittadine quali Romagna Teatri, Emilia Romagna Concerti, Officina della Musica, Ravenna Jazz, teatro del Drago e molti altri ancora. Dopo due anni di successi nei giorni scorsi, come una doccia fredda, la comunicazione via social dell’annullamento della stagione 2022, con un non meglio precisato “arrivederci” e soprattutto nessuna spiegazione, seppure nel comunicato si percepisse una chiara amarezza".

I consiglieri di Viva Ravenna mettono in rilievo "l’enorme successo delle manifestazioni del 2020 e del 2021, divenute patrimonio di tutti i ravennati che hanno deciso di partecipare, rendendo spesso sold out le serate", così come "l’enorme eco che la questione ha avuto, generando malcontenti diffusi" e puntano il dito anche sull'interesse "ben più tangibile" del Comune di Ravenna che, come ribadiscono Donati e Grandi, ha "erogato alla fondazione Ravennantica nel solo anno 2020, a vario titolo, una somma superiore al 1.155.000 euro".

Pertanto i consiglieri d'opposizione interrogano il sindaco di Ravenna, per chiedergli se: "Sia a conoscenza della decisione di Ravennantica di NON svolgere l’evento Classe al Chiaro di Luna per l’estate 2022;Si sia interessato (o si interessi), anche per tramite dell’assessorato alla cultura, al fine di verificare le motivazioni che hanno condotto a tale decisione, valutando se vi sia la possibilità di intervenire e rimuoverne gli  elementi ostativi anche per la prossima estate; Si interessi (in subordine) anche per tramite dell’assessorato alla cultura, al fine di fare si  che a partire dalla prossima stagione estiva si posano generare tutte le condizioni al fine di far sì che la rassegna “Classe al chiaro di Luna” torni a svolgersi regolarmente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta la rassegna di Classe, Viva Ravenna: "Ha avuto enorme successo. Il Comune sta cercando una soluzione?"

RavennaToday è in caricamento