rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Politica

Ravenna 2019, "Staff in molti casi già imbrigliato in ‘realtà’ precostituite"

"Sembra certo che quanto abbiamo sempre suggerito all’Amministrazione sia stato colto e fatto proprio anche dal Comitato promotore, dai coordinatori e dallo staff di Ravenna Capitale 2019"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Sembra certo che quanto abbiamo sempre suggerito all’Amministrazione sia stato colto e fatto proprio anche dal Comitato promotore, dai coordinatori e dallo staff di Ravenna Capitale 2019. Infatti, molti lo ricorderanno, abbiamo da sempre sostenuto che la Darsena sia il luogo ideale attraverso cui sviluppare ed estendere i temi della Candidatura. Un’idea, un tema principale da cui partire. Altro tema che abbiamo richiesto più volte venisse inserito nel dossier di candidatura, per la sua originalità e novità in ambito italiano, è stato quello relativo alla ‘partecipazione’ dei cittadini. Temi che da sempre vengono sostenuti dal Movimento 5 Stelle come le più reali e moderne forme di democrazia.

La fortuna di un terreno già favorevole a queste tematiche proveniente dalle nostre tradizioni ormai centenarie, unita all’altrettanto felice circostanza del numeroso gruppo di cittadini che, attraverso comitati ed associazioni, diedero vita ad un convegno importantissimo come quello del gennaio 2011 promosso da Ivano Mazzani e da Piera Nobili, dal titolo “Democrazia e Partecipazione”, ha permesso tutto questo. Noi abbiamo contribuito raccogliendo moltissime delle quasi mille firme per l’applicazione della legge regionale sulla partecipazione, presentandole al Comune nella primavera del 2011, senza mai dimenticarci di sottolineare, ovunque capitasse, l’importanza di queste iniziative. Tutto questo ha dato vita al ‘processo partecipativo’ de La Darsena che Vorrei, ancora in corso.

Darsena e partecipazione, a nostro avviso sarebbero sufficienti per farci vincere la corsa del 2019, obiettivo a cui noi fortemente crediamo e al quale abbiamo, perciò, cercato di contribuire con tutti i mezzi, con la nostra partecipazione costante e con proposte concrete e del tutto fattibili. Il punto è: alla Candidatura, ci credono davvero, il Comitato promotore, i Coordinatori e lo Staff organizzativo? Ossia, realisticamente, credono che l’obiettivo possa essere raggiunto sostenendo davvero i temi suggeriti dai cittadini che hanno partecipato?

L’impressione percepita in questi tre giorni di ‘Agorà’, condotti dalla straordinaria Marianella Sclavi, dispiace dirlo e speriamo di venire smentiti dai fatti, è di uno staff in molti casi già imbrigliato in ‘realtà’ precostituite e calate dall’alto da rispettare, in barba alle istanze proposte dai cittadini. E questo, riteniamo, non certo per una scarsa preparazione dello stesso staff, composto da moltissime persone che hanno già dimostrato da anni livelli di competenza, di eccellenza e di impegno culturale ed artistico straordinari e fuori da ogni dubbio, e nemmeno per la difficoltà oggettiva di ‘accontentare’ e mettere a sintesi tutte le proposte più o meno valide, quando per una politica ‘sovrastante’ che determina in modi spesso non trasparenti le scelte anche in questo ambito, e che continua a farsi sorda davanti  alle istanze di reale partecipazione nelle scelte della vita civile  e culturale da parte dei cittadini.

Sordità che ci pare di aver colto negli atteggiamenti di chi dovrebbe, invece, coordinare e garantire sopra le parti la più ampia comunicazione e il più libero fluire delle idee creative. Se questo risulta ormai poco accettabile nelle scelte politiche, diventa intollerabile nel campo in cui la libertà dovrebbe essere assoluta, ossia quella delle espressioni artistiche e culturali. Davvero sembra che debba essere spesa a vuoto l’energia e la voglia di ‘vittoria’ dei cittadini che partecipano. L’ambito locale non contraddice, anche in questo caso, lo scenario nazionale. Noi continuiamo a sperare, sordi forse anche noi, in una svolta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna 2019, "Staff in molti casi già imbrigliato in ‘realtà’ precostituite"

RavennaToday è in caricamento