rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Politica

Anche Ravenna celebra la giornata contro il terrorismo, la guerra e la violenza

Per l’assessora Valentina Morigi, che ha tra le sue competenze la cooperazione internazionale, è l’occasione per presentare i progetti attivati per diffondere una cultura rispettosa dei diritti umani e della tolleranza.

“Contro la cultura dello scontro e dell'indifferenza. Reinventiamo la libertà, la fraternità, l'uguaglianza”. E’ lo slogan del Coordinamento degli Enti locali per la pace - alla cui presidenza partecipa anche il Comune di Ravenna nella persona dell’assessora Valentina Morigi - coniato in occasione della giornata nazionale d’impegno contro il terrorismo, la guerra e la violenza che si celebra il 7 febbraio. Per l’assessora Valentina Morigi, che ha tra le sue competenze la cooperazione internazionale, è l’occasione per presentare i progetti attivati per diffondere una cultura rispettosa dei diritti umani e della tolleranza.

Tra questi, sta per partire l’iniziativa “Chi è straniero”,  promossa dalla Rete Civile contro il razzismo e dalla Casa delle Culture, unitamente a Ravenna Solidarietà e Rappresentanza dei cittadini migranti che si rivolge a 8 classi di studenti delle superiori. L’obiettivo è quello di facilitare l’abbattimento degli stereotipi nei confronti degli stranieri che vivono nel nostro Paese, portando direttamente i ragazzi a conoscere da vicino la storia e la vita di alcuni immigrati in Italia. Si approfondisce inoltre come l'informazione diffusa dai media crei una percezione sociale che molte volte non corrisponde alla realtà dei fatti; da qui la necessità della testimonianza diretta di chi ha vissuto in prima persona l'esperienza di “straniero” nella nostra città.

Quest'anno sono coinvolti gli istituti superiori Liceo Artistico, Liceo Classico, Itis , Istituto Professionale Callegari, che incontreranno un mediatore culturale dell'Associazione Terra Mia- Casa delle Culture, portatore di una storia personale di immigrato in Italia e professionalmente formato sulla mediazione dei conflitti. Promossa sempre dalla Casa delle Culture con l’unità organizzativa Immigrazione del Comune, si svolgerà a marzo la seconda edizione della “Settimana contro il Razzismo”. Sempre a marzo l'Ufficio di Cooperazione decentrata, in partenariato con la Fondazione Flaminia, dà vita al progetto “Peace Spot II” che fino a giugno organizzerà momenti di informazione, studio e sensibilizzazione rivolti ai cittadini per favorire la cultura della cittadinanza globale e l’interesse per la cooperazione internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Ravenna celebra la giornata contro il terrorismo, la guerra e la violenza

RavennaToday è in caricamento