menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ravenna in Comune aderisce all'appello per la regolarizzazione dei migranti irregolari

Manzoli: "Il tema del contrasto alle politiche xenofobe e discriminatorie è sempre stato uno dei punti di forza delle nostre battaglie"

Anche Ravenna in Comune è in prima fila nel sostenere l'appello per la regolarizzazione dei migranti. "Il tema del contrasto alle politiche xenofobe e discriminatorie è sempre stato uno dei punti di forza delle nostre battaglie, e il nostro giudizio sulla catena di provvedimenti che hanno fin qui caratterizzato le politiche migratorie dei diversi governi è sempre stao fortemente critico - spiega il capogruppo Massimo Manzoli - Se infatti è incontestabile che i cosiddetti decreti sicurezza dell'ex ministro Salvini abbiano favorito un'atmosfera di massima insicurezza, creando un cocktail micidiale di incertezza, odio, clima persecutorio e precarietà, va altresì detto che già da molto prima erano state intraprese strade (decreti Minniti e prima ancora) che - lungi dal creare stabilità e serenità - costituivano gravi arretramenti sul piano dell'etica, della cultura solidale e della legalità".

"Confidiamo che la messe di adesioni, che sta ricevendo questa mobilitazione in atto, sia foriera di un ripensamento generale da parte del mondo politico e delle istituzioni, che orienti verso la costruzione di un alto senso dell'accoglienza e della valorizzazione dei diritti delle persone e di una molto più attenta osservazione alle realtà del lavoro precario - conclude il consigliere d'opposizione - L'attivazione concreta dell'osservatorio sul lavoro, che come Ravenna in Comune stiamo proponendo ormai da anni, e che a parole è stato condiviso da molte forze politiche, ci sembra quanto mai necessaria e urgente. Ravenna in Comune invita tutte le persone che non vogliono piegarsi a una deriva suprematista e discriminatoria, che oltretutto aumenterebbe enormemente il grado di insicurezza generale di ognuno, a firmare l'appello della "mobilitazione 5 maggio" e a rimanere collegate per le ulteriori iniziative che verranno nel prossimo futuro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento