menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ravenna in Comune organizza un 'seminario di metà mandato': "Insieme per una Ravenna progressista"

A metà del mandato amministrativo, è giunto per il gruppo consiliare di Ravenna in Comune il momento di fare il punto della situazione

A metà del mandato amministrativo, è giunto per il gruppo consiliare di Ravenna in Comune il momento di fare il punto della situazione. "E’ anche il momento, al di là delle facili e talvolta demagogiche “pagelle” da dare a chi sta amministrando, di valutare a tutto campo e senza chiusure se la propria azione politica sia non solo conseguente con tutto ciò che si era sostenuto in campagna elettorale, ma adeguata a descrivere il proprio radicamento sul territorio e configurare il tipo di società alla quale si aspira - spiega il capogruppo Massimo Manzoli - La nostra lista si trova in una collocazione politica estremamente chiara, ma in una posizione anomala rispetto a molte altre esperienze passate: unica lista di sinistra di opposizione a una giunta di centro-sinistra. E’ una connotazione particolare, estremamente chiara, ma che rende complessa l’attività propositiva istituzionale".

"Nonostante questo - prosegue il consigliere d'opposizione - siamo riusciti a sollevare tematiche che erano centrali nel nostro programma politico: dal lavoro (si pensi alla questione dei lavoratori delle biblioteche, alla vertenza Ferrari e le cooperative spurie al porto, dai problemi all’ispettorato del lavoro alle questioni legate a forme di caporalato stagionali), all’ambiente (sono sempre state chiarissime e spesso solitarie le nostre posizioni sui nuovi impianti che andranno a potenziare il traffico su ruota, a cementificare ulteriore territorio), fino ai temi sociali e dei diritti (dall’omotransfobia all’antifascismo, dalla scuola pubblica alla laicità). Abbiamo ottenuto alcuni risultati positivi su cui, però, dovremo continuare il controllo e monitoraggio e, talvolta, non siamo stati sufficientemente incisivi o capaci di creare le condizioni necessarie per raggiungere gli obiettivi voluti. Crediamo che questa giunta sia un qualcosa di già visto, un continuo con quelle precedenti. Non abbiamo visto linee politiche chiare per il rilancio di alcuno dei settori strategici della città: continua la crisi dell’edilizia e del polochimico, il commercio è massacrato da una presenza anomala di centri commerciali, il turismo balbetta in maniera evidente. E non vediamo quel coraggio e quella spinta innovativa forte che la giunta De Pascale prometteva. Tutto questo aumenta la necessità di supporto sociale per molti cittadini e, indirettamente, anche il livello di sicurezza. Avremo nei prossimi mesi alcuni temi importanti da affrontare, primo fra tutti il regolamento di sicurezza urbana (che ancora non abbiamo ricevuto). su cui temiamo fortemente politiche che tendano a inseguire quelle destro-leghiste molto di moda. Dovremo tornare a rilavorare sui temi legati al rapporto tra città e foresi da tutti i punti di vista. Se siamo riusciti a far inserire come obiettivo nel Pums la gratuità del servizio di trasporto pubblico, è ora di pretendere che inizino analisi e sperimentazioni. Nei foresi si deve anche ricominciare a investire in cultura e a riportare iniziative culturali per farli sentire partecipi del resto della comunità".

Per queste ragioni Ravenna in Comune ha deciso di rilanciare un confronto su strategie, obiettivi e orizzonti coinvolgendo non solo coloro che due anni e mezzo fa hanno sostenuto la lista e la candidatura di Raffaella Sutter, ma tutte le persone che da tempo lavorano nel sociale, nelle esperienze solidali, ambientaliste, sindacali, femministe, culturali, nelle istituzioni e sul territorio, "per delineare insieme la traccia di quella che può essere la Ravenna delle istanze veramente progressiste - conclude Manzoli - Per queste ragioni abbiamo organizzato per domenica 24 febbraio dalle ore 9.30 alle ore 18 una giornata formativa di “metà mandato” aperta a chiunque sia disponibile a confrontarsi con la nostra realtà. Il seminario è aperto a chiunque voglia venire a portare il proprio contributo di idee e proposte, o anche solo venire ad ascoltare quello che cercheremo di dire. Eventuali esponenti politici interessati, locali e sovra-locali sono benvenuti e discuteranno assicurando il criterio di assoluta parità rispetto a qualsiasi altro partecipante al seminario".

Il programma del seminario (domenica 24 febbraio al circolo Casablanca di Villanova di Bagnacavallo)

Sessione della mattina (dalle 9,30 alle 13)
- Breve introduzione a cura dei coordinatori.
- Interventi di Massimo Manzoli, consigliere comunale in carica, e di Raffaella Sutter, candidata sindaca alle elezioni del 2016 e prima consigliera comunale. Bilancio della prima parte della consiliatura comunale e valutazioni sui risultati e sulle prospettive.
- Discussione libera. Ogni partecipante è libero di intervenire ponendo i problemi che maggiormente gli stanno a cuore e fare le proposte che maggiormente ritiene importanti (Si ritiene che il limite di tempo per gli interventi si debba aggirare attorno ai dieci minuti, senza
irrigidimenti burocratici, ma nel rispetto del diritto di intervento di tutte e tutti).

Ore 13-14.45 pausa pranzo

Sessione del pomeriggio (dalle 15 alle 18)
Sono stati individuati tre gruppi che verranno proposti:
- Problemi del lavoro. Il quadro complessivo a Ravenna, situazioni di precariato, stato delle lotte, presenze sindacali, orizzonti e prospettive. Riconversione ecologica delle attività produttive nel nostro territorio. Che cosa può fare Ravenna in Comune per aprire dei fronti. .
- Il tema delle sicurezza e delle sicurezze, e la loro percezione. Come lo vedono gli altri e come lo vediamo noi. Accoglienza vs segregazione in generale e a Ravenna. Infiltrazioni mafiose e fenomeni di illegalità. Il problema del ritorno fascista e le azioni in campo per contrastarlo. Proposte di Ravenna in Comune da lanciare.
- Squilibrio e riequilibrio del territorio. Rigenerazione urbana, ricostruzione delle aree degradate e suo significato sociale. Il rapporto centro e periferie, città e campagne e il possibile ruolo del decentramento. Proposte di Ravenna in Comune da lanciare.

Ripresa della sessione plenaria dalle 17. I coordinatori dei workshop illustrano i contenuti delle  discussioni di gruppo. Spazio per eventuali interventi-lampo di chiarimento o puntualizzazione.

Ore 18-18,30 conclusioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento