Politica

Referendum sul taglio dei parlamentari: varie iniziative a sostegno del "no"

Continuano a Ravenna le iniziative a sostegno del "no" al prossimo referendum sul taglio dei parlamentari

Continuano a Ravenna le iniziative a sostegno del "no" al prossimo referendum sul taglio dei parlamentari. "Un no del tutto “costituzionale”, a prescindere da chi di volta in volta era ed è al governo. Nel 2006, nel 2016, nel 2020, al governo erano e sono governi assai diversi - spiega Maria Paola Patuelli, portavoce del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale della provincia di Ravenna - Le nostre ragioni sono altre, e le spiegheremo. Come? Intanto, stiamo affiggendo manifesti in tutti i Comuni e negli spazi disponibili. In varie città della nostra provincia diffondiamo - operazione già in corso in piazze e mercati - documenti sintetici e saremo sempre disponibili al confronto e al dialogo. Ad Alfonsine, Bagnacavallo, Cervia, Faenza, Lugo, Ravenna, Russi. Le nostre forze arrivano fin qui, ma chi vuole darci una mano anche in altre località può scriverci a ravennaperilNO@salviamoacostituzione.ra.it".

Sono stati programmati anche incontri di dibattito e altri sono in preparazione. Il primo sarà a Lugo, il 26 agosto, alle ore 18, presso il Salone Estense della Rocca, con la partecipazione di Marco Giornelli dei Giovani democratici per il no, Maria Paola Patuelli e Paolo Zama, del Comitato per il no. Seguirà il 2 settembre, a Ravenna nel giardino del Circolo Mameli di via Ravegnana 110, alle ore 18, una iniziativa per il no che vede la collaborazione della Associazione Mazziniana, il Comitato in Difesa della costituzione di Ravenna, il Coordinamento per la Democrazia Costituzionale. Ospite Gianfranco Pasquino, con la partecipazione di Fulvia Missiroli, Sauro Mattarelli e Maria Paola Patuelli. Titolo "Parlamento e potere dei cittadini. I populisti tagliano i rappresentanti del popolo?". Il 9 settembre in luogo da definire il Comitato per il no, in collaborazione con il Partito socialista che si è espresso per il no, avrà ospiti, con Francesco Pitrelli,   Felice Besostri e Andrea Maestri, che illustreranno le ragioni del loro no. Anche il circolo di Ravenna di Libertà e Giustizia è al lavoro - data e luogo da definire - per un incontro pubblico a sostegno del no con Thomas Casadei e Fabrizio Tonello. Altri incontri aperti al pubblico sono in preparazione, in particolare a Bagnacavallo, Cervia, Faenza, con la collaborazione dell’attore Ivano Marescotti, che ha assicurato il suo aiuto itinerante.

"A fine luglio abbiamo scritto a tutti i sindaci  della provincia - spiega Patuelli  chiedendo di non allestire seggi nelle scuole e di avere indicazioni sugli spazi utilizzabili per gli incontri aperti al pubblico. Ci hanno riposto solo il sindaco di Ravenna e la sindaca di Bagnacavallo. Per le scuole nulla da fare, pare, e a nostro avviso incredibilmente. Per gli spazi, cercheremo di utilizzare il più possibile spazi all’aperto. Chiediamo la stretta collaborazione dei Comuni e della polizia municipale, per garantire il massimo di sicurezza e di rispetto delle regole. Continueremo il nostro impegno per informare, dibattere, dialogare, e aggiorneremo la cittadinanza sul futuro sviluppo delle nostre attività. L’obiettivo non è certamente facile da raggiungere e l’esito non è scontato. Ma l’impegno è ancora una volta necessario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum sul taglio dei parlamentari: varie iniziative a sostegno del "no"

RavennaToday è in caricamento