rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Politica

Sottoscritto in Comune il rinnovo del patto di sindacato di Hera

"Per questo - si legge nel verbale - è di fondamentale importanza la salvaguardia della governance pubblica, garantita dal patto di sindacato tra azionisti pubblici, e ribadita anche attraverso il Rinnovo del Protocollo d’intesa del 28 febbraio 2013"

Il Comune di Ravenna e Cgil, Cisl e Uil "condividono il valore di una forte capacità di indirizzo, controllo e gestione dei servizi pubblici da parte degli Enti Locali, da perseguire anche attraverso la governance di multiutilities come Hera che, nonostante il processo di societarizzazione e quotazione in borsa, deve continuare a perseguire obiettivi di tutela di interessi pubblici e a vantaggio di tutti i cittadini". E' quanto si legge nel verbale di concertazione tra l'amministrazione comunale e i sindacati in merito al rinnovo del Patto di Sindacato di Hera.

"Per questo - si legge nel verbale - è di fondamentale importanza la salvaguardia della governance pubblica, garantita dal patto di sindacato tra azionisti pubblici, e ribadita anche attraverso il Rinnovo del Protocollo d’intesa del 28 febbraio 2013, come convenuto con il protocollo del 23 aprile 2015, sottoscritto dal Presidente del Comitato di Sindacato di Hera e da Cgil, Cisl e Uil Nazionali".

"A sostegno del percorso in atto e con riferimento al confronto in corso sul bilancio di previsione 2015, le parti convengono che tali obiettivi siano coerenti con i propositi  del Comune di Ravenna relativamente alla partecipazione in Hera, rispetto alla quale il Comune - continua -. Manterrà a disposizione del “sindacato di blocco”, a fronte di un totale di azioni detenute da Ravenna Holding pari a 86.873.337, un quantitativo di azioni  non inferiore a 67.968.898, confermando pertanto il numero di azioni originariamente bloccate nel corso del patto 2011-2014".

"In tal modo lo stock di azioni vincolate risulterà significativamente superiore rispetto al minimo derivante da una riparametrazione delle quote bloccate da ciascun socio al nuovo sindacato di blocco al 38% (pari a 52.225.906). del restante quantitativo di azioni libere, pari a 18.904.439, autorizzerà la vendita da parte di Ravenna Holding, nel corso del 2015 per un numero non superiore a 4,5 milioni di azioni, e nel 2016 per un numero non superiore a 3,5 milioni di azioni, a parziale copertura del rimborso di capitale sociale ai soci, indispensabile alla realizzazione del piano degli investimenti del Comune e al rispetto del patto di stabilità", conclude il verbale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottoscritto in Comune il rinnovo del patto di sindacato di Hera

RavennaToday è in caricamento