rotate-mobile
Politica Cervia

Rissa in spiaggia, il candidato sindaco di Cervia: "Unità cinofile e interventi per la sicurezza"

Il candidato sindaco del centrodestra a Cervia: "Le spiagge non devono trasformarsi in discoteche a cielo aperto. Occorrono soluzioni per prevenire i problemi di ordine pubblico"

Notte movimentata nello scorso weekend sulla spiaggia di Milano Marittima, dove la serata di movida in uno stabilimento balneare sarebbe improvvisamente degenerata in rissa. Il tafferuglio sarebbe poi stato risolto dall'intervento degli addetti alla sicurezza del locale, con i clienti turbolenti allontanati dallo stabilimento in spiaggia. Sul posto sarebbero intervenute inoltre le forze dell'ordine.

A margine della vicenda è quindi intervenuto il candidato sindaco del centrodestra a Cervia, Massimo Mazzolani: "Già da tempo ho chiarito che le spiagge non devono trasformarsi in discoteche a cielo aperto, proprio perché non ne hanno la conformazione, i requisiti e le caratteristiche. Al tempo stesso ritengo che lo strumento che dovrà assolutamente essere adottato sia quello del regolamento comunale che dovrà determinare con chiarezza le regole che dovranno essere seguite da tutti gli imprenditori e gli operatori. Regole finalmente definite che consentiranno la programmazione dell’attività, maggiore sicurezza, sempre maggiore qualità dell’offerta e occupazione, soprattutto giovanile". Per la situazione attuale, Mazzolani sottolinea che sarebbe da "prendere in considerazione una misura già richiesta negli ultimi anni dal sindaco Medri e che ha prodotto ottimi risultati, vale a dire la richiesta al Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza di utilizzare le unità cinofile della Guardia di Finanza soprattutto in prossimità della stazione di Cervia, da cui spesso provengono nei fine settimana gruppi di giovani che creano poi problemi di sicurezza e compiono atti vandalici". 

Al fine di ridurre i rischi di ordine pubblico, il candidato sindaco del centrodestra ritiene utile "imporre alle attività una collaborazione con l’amministrazione comunale, così da individuare le misure e le azioni di prevenzione e controllo che certamente possono ridurre il verificarsi di eventi quali quelli dell’ultimo fine settimana". Un'azione congiunta da mettere in campo tramite "una convenzione tra attività e amministrazione comunale così che le prime possano contribuire fattivamente a prevenire eventuali problemi di ordine pubblico, anche nel loro stesso interesse, poiché nessun imprenditore certamente trae un qualche vantaggio dal verificarsi di episodi quali risse o atti vandalici. Anche su questi fenomeni giovanili che periodicamente esplodono turbando molti cittadini e ospiti, la risposta deve essere univoca e corale e coinvolgere tutte le forze cittadine, poiché solo da un’attenta analisi della problematica è possibile individuare le soluzioni sia nel breve che nel medio periodo atte a evitare che si ripropongano situazioni che danneggiano beni pubblici e privati, che causano danni e che trasmettono un’immagine totalmente errata della nostra meravigliosa città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa in spiaggia, il candidato sindaco di Cervia: "Unità cinofile e interventi per la sicurezza"

RavennaToday è in caricamento