"Sant’Agnese, chi non ha dubbi alzi la mano"

"Un luogo indisturbato come piazza Kennedy, in piena regione Ercolana e Forense, per riscoprire la nostra storia, dove lo troviamo più?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Un "giovane" intellettuale cattolico, nei giorni scorsi, ha esposto in maniera garbata la tesi che l'obliterazione del culto di Sant'Agnese a Ravenna è cosa sbagliata, oltreché antistorica. Come peraltro dimostrano i recenti ritrovamenti della chiesa in piazza Kennedy, che occupano pressoché un quarto della piazza, pur con tutte le traversie subite negli ultimi duecento anni. Proprio per lo stesso motivo, la sua proposta di titolare la piazza a Sant'Agnese di un anno fa, col massimo rispetto per il presidente americano, andrebbe presa in considerazione. Non fosse altro perché, Sant'Agnese, seppellita per l'ennesima volta, potrebbe almeno risorgere nominalmente e a pieno titolo, senza tema di smentite, riguardo all'importanza storica. È pur vero che la chiesa è stata sconsacrata a suo tempo, ma gli importanti ritrovamento nella zona del ciborio fanno pensare tutt'altro.

Anche a me, detto con la massima pacatezza, quelle ruspe che andavano avanti e indietro, sull'impronta edilizia di una fabbrica che ha un impianto sacrale, più di una perplessità me l'hanno ingenerata. Anche perché, invero, l'alternativa di sistemazione della piazza, per come è stata condotta, è molto più che deludente, non piace proprio a nessuno. Fra l'altro tutto il sottosuolo di Ravenna è oro, dal punto di vista archeologico, e un luogo indisturbato come questa piazza, in piena regione Ercolana e Forense, per riscoprire la nostra storia, dove lo troviamo più? Altro che piazza non storica! Che dire allora di Londra, bruciata pressoché integralmente il 2 settembre 1666, giusto 350 anni fa. Nel caso si dia vita ad un concorso internazionale d'arte, mi convince anche la proposta di un cenotafio per Dante Alighieri, con annessa cappella votiva per Sant'Agnese, se posizionata nell'area del ciborio, in parte ipogea ed in parte epigea. Non vorrei che qualcuno si turbasse e non è mia intenzione ma, scusate, l'alternativa è far spuntare dalla sera al mattino delle "baraccopoli imperiali", che immaginiamo provenienti direttamente da qualche museo? Cito testualmente dall'architettese circolato in questi giorni: "A volte scelte minimali servono per far risaltare gli altri elementi di un luogo"! Non ho alcun dubbio, ma per favore tenetele lontane da questa piazza. Ci sono dubbi che vanno risolti, altri che possono essere risolti, altri ancora che è meglio non risolvere (Roberto Gervaso)"".

Pasquale Minichini, Lista per Ravenna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento