rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Politica Lugo

Sciopero generale di venerdì, a Lugo la manifestazione provinciale

Cgil e Uil hanno proclamato uno sciopero generale nazionale per venerdì 12 dicembre. Sono previste diverse manifestazioni, a livello territoriale, in tutta Italia guidate dal messaggio "Così non va - Abbiamo proposte concrete per cambiare l'Italia".

Cgil e Uil hanno proclamato uno sciopero generale nazionale per venerdì 12 dicembre. Sono previste diverse manifestazioni, a livello territoriale, in tutta Italia guidate dal messaggio "Così non va - Abbiamo proposte concrete per cambiare l'Italia".

In provincia di Ravenna, Cgil e Uil daranno vita a una manifestazione a Lugo, dove dalle 10 di venerdì 12 dicembre, è previsto un concentramento nel parcheggio di via Lumagni. Il corteo si snoderà lungo le vie di Lugo fino ad arrivare in piazza Baracca, dove sono previsti interventi di alcuni delegati sindacali, di Tiziana Bocchi della segreteria nazionale della Uil e di Vincenzo Colla, segretario generale della Cgil Emilia Romagna.

Per raggiungere la manifestazione sono stati predisposti pullman in partenza da Longastrino, Savarna, Porto Corsini, Marina di Ravenna, Fruges, Voltana, Ammonite, Lavezzola, San Pietro in Trento, San Pietro in Vincoli, Ravenna, Cervia, Casola Valsenio, Brisighella e Faenza (è possibile prenotarsi nelle sedi sindacali del territorio oppure sul sito www.cgilra.it).

"Scendiamo in piazza - spiegano i sindacati - per una riforma realmente universale degli ammortizzatori sociali, per cancellare le iniquità contenute nella legge Fornero sulle pensioni, per contrastare realmente il lavoro debole e precario, per tutelare i lavoratori licenziati ingiustamente e senza un vero motivo, per una politica che tagli le tasse a lavoratori e pensionati e produca vero contrasto all’evasione, per aprire rapidamente la contrattazione nei settori pubblici, per la risoluzione delle molte crisi industriali anche con il rifinanziamento e la generalizzazione dei contratti di solidarietà, per una misura di contrasto alle povertà, per investire realmente in vere politiche attive per il lavoro, per la lotta alla corruzione, all’evasione, agli sprechi, agli appalti al massimo ribasso e all’economia illegale. Scioperiamo per difendere il ruolo della contrattazione come strumento essenziale per la tutela delle condizioni normative e salariali dei lavoratori e per un piano straordinario che metta in sicurezza il territorio dal rischio ambientale promuovendo anche occasioni di lavoro per giovani".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale di venerdì, a Lugo la manifestazione provinciale

RavennaToday è in caricamento