Scuola, Bertolino (Ac): "Attivare la didattica a distanza anche per le quarantene preventive"

Il coordinatore regionale di Alleanza di Centro: "Tuteliamo anche alunni costretti a casa per motivazioni di salute non legate al Covid ma in condizione di seguire la didattica a distanza"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Riceviamo notizia che presso la scuola media Don Minzoni, in caso di quarantena preventiva di un alunno, seppur negativo, non è al momento attivabile la didattica a distanza. Riteniamo invece che sarebbe il caso di predisporre questa possibilità perché nella migliore delle ipotesi l’alunno perderebbe lezioni per 10 giorni stando alle normative attuali ma potrebbe perdere anche molti più giorni in caso risultasse successivamente positivo asintomatico e quindi in grado di seguire una didattica a distanza.

Aggiungiamo che purtroppo possono verificarsi anche casi di alunni costretti a casa per motivazioni di salute non strettamente legate al Covid ma in condizione di seguire una didattica a distanza ai quali crediamo debba essere sempre garantito il diritto allo studio. Ci rivolgiamo all’assessorato di Competenza che si interfacci con il Dirigente scolastico al più presto per mettere a disposizione la didattica a distanza in caso di quarantene preventive, modalità già in atto in altri istituti come consentito dalla normativa vigente.

Mauro Bertolino, Coordinatore Emilia Romagna Alleanza di Centro per i territori 

Torna su
RavennaToday è in caricamento