Scuola di Castiglione, "un pasticcio molto costoso per i cervesi"

Savelli (Cervia Prima di Tutto): "Nel 2008 il Comune, per realizzarla, aumentò l'ICI. Ma la scuola non venne costruito e le aliquote non furono mai abbassate".

Paolo Savelli

“Ne 2008 il Comune di Cervia aumentò l’ICI per realizzare la scuola di Castiglione, ma nonostante le aliquote non siano mai state abbassate, quella scuola ancora non c’è. E ci toccherà anche pagare un indennizzo di circa 100mila euro”.
Questa la denuncia che arriva da Paolo Savelli, capogruppo di “Cervia Prima di Tutto”. “Quando nel 2008 l'allora Giunta se ne uscì con il progetto della nuova scuola di Castiglione, provvide anche ad aumentare l'ICI per una somma pari a 1.300.000 euro, dichiarando che era un aumento una tantum finalizzato a finanziarne l'edificazione. Gli anni successivi, invece, le aliquote non vennero mai abbassate e non vennero abbassate nemmeno quando fu introdotta l'IMU, l’aumento così da provvisorio divenne strutturale e le maggiori somme (circa 10.400.000 euro di maggior gettito tributario da allora, tanto per capirci) furono spese per altro. Così, in soldoni, i cervesi si sono ripagati 10 volte la scuola di Castiglione, eppure la scuola di Castiglione ancora non c'è. Lo sanno bene per primi i residenti di Castiglione.
La Giunta ha ammesso, pur cercando incredibilmente di far passare la cosa come un successo, che la nuova scuola sarà più piccola di quella inizialmente prevista. Più piccola e quindi meno costosa, eppure, ribadisco, la scuola ce la siamo non pagata, ma strapagata in questi 8 anni. E anche la scelta di una scuola più piccola non è un fatto positivo, perché nella migliore delle ipotesi significa che esiste un problema demografico, nella peggiore, verrà realizzata un’infrastruttura ancora una volta inadeguata e insufficiente rispetto ai bisogni come tante ne abbiamo viste costruite in questa città, con l’effetto di dover rimettere mano tra qualche anno all’edificio per un ampliamento. Del resto, la programmazione non è esattamente il punto forte di questa Giunta. Altra informazione inevitabile che ci ha fornito la Giunta è che la scuola dovrà essere rimandata a gara, riprogettata e riassegnata; cambia ben poco sapere che verranno utilizzati materiali di bioedilizia (scelta assolutamente dovuta e financo normale). Intanto la scuola è ancora una chimera. L’unica nota positiva è che un’area verde è salva. Ma le note positive finiscono qui.

LA NUOVA GARA  E L'INDENNIZZO - "A quando - prosegue Savelli - la nuova gara? Ma è ovvio. Nel 2017. Avvio dei lavori? Chissà. Intanto però la scuola di Castiglione è stata promessa nel 2009 e ripromessa nel 2014 e forse verrà realizzata nel 2018 – 2019, giusto in tempo per riprometterla o per farsi belli con un’opera che doveva già essere stata realizzata da un decennio. Un successo davvero, non c’è che dire.
Ma i “trasparenti” governanti del Comune di Cervia, come spesso accade, si sono “dimenticati” di informare la città su di un altro aspetto non meno rilevante di questa vicenda. Perché la Giunta – nell'intento di raccontare che “scuola che non c’è è un capolavoro di amministrazione” e che “scuola più piccola è scuola più bella" – ha omesso un particolare non da poco, disvelando ancora una volta la tendenza esasperata a fare propaganda più che informazione puntuale. Il “particolare” è che la scuola che non c’è ci costerà tra i 90.000,00= e i 100.000,00= Euro. Vediamo il perché. La spiegazione sta nella delibera di Giunta numero 153 del 4 agosto 2016.
Questa è la delibera con cui la Giunta stabilisce di recedere dall'appalto con la ditta aggiudicataria per la costruzione della scuola di Castiglione. Ed ecco che nel corpo di questa delibera, quasi di sfuggita, si stabilisce di dare mandato al dirigente per il calcolo dell'indennizzo all'impresa abruzzese che si era aggiudicata i lavori della scuola che non si farà. Ebbene, ciò che la delibera non dice - e che Coffari e Compagni(a) si sono ben guardati dal rendere noto - è l’entità dell’indennizzo.  Sarà certamente molto contenta l’impresa aggiudicataria, che è l’unica a portare a casa qualcosa da questa storia”.

Potrebbe interessarti

  • I segreti del bicarbonato di sodio: un toccasana per la nostra casa

  • Sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Ecco come fare

  • Cosa attrae le zanzare? E' tutta colpa della chimica

  • Street food al ristorante? Ecco i locali da provare a Ravenna

I più letti della settimana

  • Sciagura in serata: moto si schianta contro un'ambulanza, muore un 28enne

  • Spiagge devastate dal maltempo: turisti e bagnini fanno squadra per ripulirle

  • Le crolla un albero addosso mentre passeggia in pineta: donna in gravi condizioni

  • Forte temporale a Cervia: strade e sottopassi allagati e alberi crollati

  • Milano Marittima devastata dalla tempesta: la spiegazione del violento evento atmosferico

  • Alberi crollati sulle auto e strade bloccate: scene da apocalisse a Milano Marittima

Torna su
RavennaToday è in caricamento