rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica

Servizi educativi 0-6 anni, prosegue a Ravenna e Cesena il dibattito sulla riforma

Dopo la prima tappa a Reggio Emilia e Piacenza, lo scorso mese, proseguono gli incontri con gli amministratori locali delegati alle politiche per l’infanzia promossi dalla vicepresidente e assessore alle Politiche di welfare della Regione, Elisabetta Gualmini, sulla revisione della legge sui servizi educativi per la prima infanzia. 

Dopo la prima tappa a Reggio Emilia e Piacenza, lo scorso mese, proseguono gli incontri con gli amministratori locali delegati alle politiche per l’infanzia promossi dalla vicepresidente e assessore alle Politiche di welfare della Regione, Elisabetta Gualmini, sulla revisione della legge sui servizi educativi per la prima infanzia. 

Venerdì 4 dicembre, sarà la volta di Ravenna, alle ore 10.00 nella sala del Consiglio Comunale (Residenza Municipale, Piazza del Municipio, 2) e Cesena alle 14,30  nell’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana (Piazza Bufalini 1).
L’obiettivo è raccogliere contributi utili per definire il nuovo programma di sviluppo delle politiche regionali rivolte al sistema educativo e ragionare su una maggiore flessibilità organizzativa dei nidi, dare indicazioni ai Comuni per uniformare le tariffe e adeguare il rapporto educatori-bambini agli standard nazionali.

Prosegue, quindi, il dibattito su una riforma del sistema educativo per la fascia di età 0-6 che si rende necessario in un contesto sociale ed economico profondamente cambiato nella nostra regione. 
“Un confronto politico a tutto tondo con tutti i decisori locali coinvolti nella rete dei servizi educativi da 0 a 6 anni – così la vicepresidente Elisabetta Gualmini ha definito la natura degli incontri -  con l’obiettivo di andare incontro alle esigenze profondamente cambiate dei nuclei familiari presenti in regione e non di chiudersi in se stessi e di proporre costantemente le medesime soluzioni ai problemi che cambiano, senza scordarsi di creare modelli organizzativi sostenibili”

Sul tema, la Regione Emilia-Romagna è intervenuta nel 2012 con  tre provvedimenti coordinati: la legge 6/2012 (che ha aggiornato quella del 2000), una  direttiva in materia di requisiti strutturali e organizzativi e le linee guida per la valutazione della qualità di tutti i servizi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi educativi 0-6 anni, prosegue a Ravenna e Cesena il dibattito sulla riforma

RavennaToday è in caricamento