rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Politica

Sicurezza stradale, passa la mozione di Viva Ravenna: la città sperimenterà il 'cuscino berlinese'

I consiglieri Grandi e Donati (Viva Ravenna): "La sperimentazione di questo strumento ha dimostrato infatti una riduzione della sinistrosità vicina al 60%, risultato che da solo basterebbe a incentivarne l’uso"

La mozione di Viva Ravenna è stata approvata all'unanimità dal Consiglio comunale e così la nostra città, appena possibile, sperimenterà l'utilizzo del 'cuscino berlinese'. Già qualche mese fa i consiglieri della lista, Nicola Grandi e Filippo Donati, avevano proposto "non tanto l’installazione quanto la sperimentazione, anche nella nostra città, dei cuscini berlinesi, particolari tipi di dossi stradali solitamente di forma quadrata, che non si estendono a tutta la larghezza della carreggiata e che hanno lo scopo di rallentare la velocità di circolazione del traffico veicolare (soprattutto quello delle autovetture) senza arrecare alcun disagio o rallentamento a bus, ambulanze, mezzi di soccorso, e soprattutto mezzi a due ruote".

"Le loro caratteristiche - spiegano i consiglieri di Viva Ravenna - li rendono particolarmente adatti alle zone con il limite di 30 km orari, mentre il loro nome deriva dalla prima città ad averli sperimentati mentre dopo Berlino anche in Italia Torino, Bari, Napoli Bologna  e la vicinissima Lugo hanno optato per la loro installazione a titolo sperimentale installazione  che pare stia dando riscontri più che soddisfacenti, la sperimentazione di questo strumento ha dimostrato infatti una riduzione della sinistrosità vicina al 60%, risultato che da solo basterebbe a incentivarne l’uso".

Nell’ultima riunione del consiglio comunale la proposta è stata accolta anche dalla maggioranza, con la collaborazione fattiva dall’assessore Del Conte, e dopo alcune modifiche al testo originario che lo hanno reso più 'morbido' la mozione è passata all’unanimità dei votanti: "non appena questi strumenti verranno omologati dal ministero competente, Ravenna sarà in prima fila a testarli e installarli - continuano DOnati e Grandi - magari al posto dei dossi e dei dissuasori tradizionali, con indubbi vantaggi per le utenze deboli".

"Incassiamo dunque una vittoria, non (solo) di Viva Ravenna ma della politica nonché del buon senso, prendendo atto con che anche a Ravenna le decisioni si possono prendere sulla base del loro valore o della loro utilità, e non della loro origine politica, un bel passo da parte della maggioranza non sempre disponibile in passato, forse questo significa che se le buone idee non sono di destra o di sinistra e quando il civismo si muove con buon senso il consiglio comunale può decidere  di mettere al primo posto i suoi cittadini e la loro sicurezza - concludono da Viva Ravenna - speriamo che l’omologazione di questi strumenti sia la più rapida possibile in modo che Ravenna si faccia trovare pronta, fra le prime città in Italia ad utilizzali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza stradale, passa la mozione di Viva Ravenna: la città sperimenterà il 'cuscino berlinese'

RavennaToday è in caricamento