rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Politica Porto / Rotonda degli Sgobbolari

Smontano la marmitta dell'auto durante il Jova Beach, Ancisi (LpRa): "Telecamere nel parcheggio scambiatore"

Il consigliere di Lista per Ravenna riferisce l'episodio avvenuto durante il concerto di Jovanotti a Marina: "Si potrebbero installare delle telecamere di sorveglianza nel parcheggio"

Servono delle telecamere di sorveglianza nel parcheggio scambiatore di via Trieste a Marina di Ravenna: a chiederlo, tramite un'interrogazione al sindaco di Ravenna, è il consigliere comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi. Il parcheggio che sorge in via Trieste, presso la rotonda degli Sgobbolari, "riveste senz’altro un’importanza primaria per la presente stagione balneare, ma ancor di più in vista delle successive. Esso dovrà infatti sollevare turisti e bagnanti dalla ricerca spasmodica di un posto auto - sottolinea il consigliere della lista civica - non essendo più utilizzabili le aree retrostanti gli stabilimenti balneari".

I lavori di ampliamento svolti nel parcheggio, e iniziati il 4 giugno scorso, hanno portato i posti auto a 400, un numero risultato sufficiente, come ribadisce lo stesso Ancisi, per sostenere l'arrivo di fan del Jova Beach Party di luglio. Tuttavia "non tutto è andato alla perfezione", precisa il consigliere, riferendo un episodio di microcriminalità riportato da una giovane ravennate: "Nel pomeriggio di sabato sono andata al Jova Beach Party e, come consigliato, ho lasciato la mia vecchia Citroen C3 al parcheggio scambiatore di via Trieste, proseguendo a piedi perché i navetti erano insufficienti. Quando sono rientrata, circa sulla mezzanotte, la macchina, messa in  moto, produceva un rumore terribile, tanto da sconsigliarne l’uso. L'ho lasciata lì, per fortuna. Domenica mattina - prosegue la testimonianza della giovane - quando siamo andati a recuperarla con il carro attrezzi, ci siamo infatti resi conto che il collettore della marmitta era stato tagliato, presumibilmente con un flessibile, e i suoi bulloni erano stati svitati. Ovviamente qualcuno aveva rubato la marmitta, indisturbato perché non può essere stata un’operazione fulminea né semplice, né invisibile, a parte la scarsa illuminazione. Mi sono avanzati solo i quattro bulloni. Lunedì, sono andata a sporgere regolare denuncia presso i carabinieri di via Alberoni solamente per senso di responsabilità, sapendo tutti che servirà solo per ingrossare inutilmente un faldone di pratiche. Dato che il parcheggio è stato a pagamento e viste sul posto, a poche decine di metri, molte pattuglie di agenti o ausiliari della forza pubblica, confidavo che ci fosse un po’ di sorveglianza, sbagliandomi, perché ho poi appurato che ci si è limitati ad ordinare e a vigilare le entrate e le uscite dei mezzi. Ma il punto è che sul parcheggio scambiatore di via Trieste opera da tempo della microcriminalità, spregiudicata perché incontrollata, oramai intollerabile. Mi auguro che per il futuro siano attivati dei controlli efficaci".

"In effetti - continua Ancisi - non potendosi pretendere, salvo manifestazioni di eccezionale richiamo, come anche le Frecce Tricolori, la presenza fissa di agenti di polizia, si potrebbe almeno installare delle telecamere di sorveglianza, giacché questi fatti avvengono nella certezza dell’impunità, non essendoci nessun mezzo per risalire ai colpevoli. Occorre inoltre potenziare l’illuminazione pubblica, recintare interamente e saldamente l’area, provvedendo a ripristinarne sollecitamente ogni effrazione, programmare passaggi saltuari della forza pubblica quando il parcheggio è occupato in orario notturno. In ogni modo, spettando al sindaco e alla sua giunta comunale la competenza a redigere e ad approvare il voluminoso PEG (Piano Esecutivo di Gestione) del Comune, indirizzando gli apparati amministrativi e tecnici dell’ente a darvi corretta ed esaustiva applicazione - conclude Ancisi, chiedendo - di conoscere se e come si intende fronteggiare il problema di sicurezza del parcheggio scambiatore di via Trieste afflitto da episodi di microcriminalità. Più in generale, chiedo un aggiornamento su come e con quale cronoprogramma si intende portare a compimento l’ampliamento di tale parcheggio rispetto al progetto approvato nel luglio 2017 e a quanto avviato per la presente stagione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smontano la marmitta dell'auto durante il Jova Beach, Ancisi (LpRa): "Telecamere nel parcheggio scambiatore"

RavennaToday è in caricamento