rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Sant'Alberto, finalmente la caserma dei Carabinieri. Il Pd: "Sicurezza tra le nostre priorità"

Lelio Guerra, segretario del Circolo PD, e Massimiliano Venturi, presidente del Consiglio Territoriale: "Compimento dell'impegno preso dall'Amministrazione Comunale nella precedente legislatura"

Lelio Guerra, segretario del Circolo Pd di Sant'Alberto e Mandriole, e Massimiliano Venturi, presidente del Consiglio Territoriale, esprimono soddisfazione per il ritorno del comando dei Carabinieri di Sant'Alberto, che dopo alcuni anni di ripiegamento a Savarna è rientrato nella località, rendendo così operativa la nuova Caserma di via Cavedone. "La notizia segna il compimento dell'impegno preso dall'amministrazione Comunale nella precedente legislatura, che ha permesso di rinnovare la storica presenza del presidio dell'Arma sul nostro territorio, così come i servizi ad esso collegati", affermano Guerra e Venturi.

"L'impegno e la costanza del lavoro svolto in questi anni a partire dal territorio ed in stretta connessione con l’Amministrazione, restituiscono ora alla nostra comunità tutta un bene comune trasformato e rifunzionalizzato, ovvero l'immobile comunale delle ex scuole di via Cavedone, che fino a qualche anno fa era decisamente sottoutilizzato, ed aperto quasi esclusivamente in orario mattutino. A fianco dei servizi già erogati, così come alla presenza dell'associazionismo e del volontariato, ha trovato spazio la prima Casa della Salute del Comune di Ravenna, andatasi ad integrare con quanto già presente nell'edificio, che con l'attivazione della Caserma dei Carabinieri si presenta ora come il baricentro dei servizi alla persona di tutto il forese nord del Comune di Ravenna", aggiungono.

Conclude Marco Frati, nuovo segretario comunale del Partito Democratico: "Confermiamo in questo modo che il nostro Partito non vuol certo lasciare ad altri il tema della sicurezza e del presidio del territorio, ma lo tiene anzi in evidenza nell'agenda politica: la riattivazione del Comando dei Carabinieri presso la nuova Caserma di Sant'Alberto, così come la recente installazione del sistema di videosorveglianza a Sant'Antonio, unite al quadro di livello nazionale dei lavori parlamentari che hanno aperto ad assunzioni per un turnover dell'80% del personale di Polizia Municipale, dimostrano sensibilità e volontà a lavorare sulla sicurezza, senza necessariamente militarizzare il territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Alberto, finalmente la caserma dei Carabinieri. Il Pd: "Sicurezza tra le nostre priorità"

RavennaToday è in caricamento