Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica Cervia

Sosta selvaggia di camper a Cervia, Lega: "Emanare un'ordinanza come è stato fatto a Ravenna"

I consiglieri della Lega chiedono all'amministrazione comunale quali controlli siano stati effettuati negli ultimi tempi rispetto ai parcheggi di camper in varie aree del territorio

Parcheggi selvaggi di camper e altri veicoli in vari luoghi del territorio cervese: i consiglieri comunali della Lega a Cervia Enea Puntiroli, Daniela Monti, Stefano Versari, Gianluca Salomoni e Monica Garoia depositano un'interpellanza a risposta orale diretta e sindaco e Giunta per venire a capo della questione.

"Sebbene il nostro territorio abbia più zone adibite ad area sosta per i camper ed i veicoli dotati di roulotte - affermano i consiglieri del Carroccio - è giusto segnalare nuovamente alla Giunta Medri che, forse, sarebbe arrivata l’ora di dare un segnale di rispetto delle regole, magari emanando apposita Ordinanza (es. sulla falsa riga di quella adottata dal comune di Ravenna poche settimane fa) vietante anche la semplice sosta, breve o lunga che sia, ai camper sulle aree adibite a normale parcheggio (stalli a pagamento di colore blu e/o quelli gratuiti di colore bianco) di autoveicoli almeno nel periodo estivo di massima affluenza turistica ovvero per i soli mesi di luglio e agosto, escludendo per ora tutti i week end dell’anno, le festività di Natale, Pasqua comprese le giornate caratterizzate da eventi di particolare rilevanza sportiva".

"Molti cittadini e turisti - proseguono i consiglieri della Lega - ci continuano a segnalare le aree selvagge che si creano intorno, ad esempio allo stadio “Germano Todoli” di Milano Marittima piuttosto che a ridosso del Centro Commerciale Sud di Pinarella oppure nella Zona Terme, in cui numerosi camper o caravan, di fatto, in questo periodo estivo, creano un vero e proprio campeggio libero con, in alcuni casi, anche la messa all’aria aperta di biancheria intima allo scopo verosimile di essere asciugata, ossia ad uno stanziamento effettivo a tutti gli effetti, con collocazione di pedane, pensiline".

Per questi motivi i consiglieri leghisti chiedono se l’Amministrazione Comunale di Cervia sia a conoscenza di tale situazione e se non si ritenga appropriato "emanare una apposita Ordinanza rispettando però quelle che sono le prerogative e i diritti dei proprietari di camper/caravan?". Infine viene chiesto conto di quanti e quali controlli siano stati effettuati nelle aree di sosta della "zona terme, parcheggio stadio e area a ridosso del Tao Caffè di Pinarella di Cervia in cui molti proprietari di secondo case avrebbero lamentato l’impossibilità di trovare parcheggio, causa presenza massiccia di camper che addirittura andrebbero a occupare due stalli (bianchi e/o blu)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia di camper a Cervia, Lega: "Emanare un'ordinanza come è stato fatto a Ravenna"

RavennaToday è in caricamento