rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Spegnere l'albero di Natale? "Un'iniziativa cialtronesca"

E' quanto afferma il consigliere comunale Alberto Ancarani

Spegnere l'albero di Natale per ricordare le vittime delle guerre? "Un'iniziativa cialtronesca". E' quanto afferma il consigliere comunale Alberto Ancarani. Sostiene l'esponente dell'opposizione: "Quando abbiamo letto la proposta di spegnere, anche solo per un quarto d'ora, l'albero di Natale nel giorno della vigilia ci era sembrato opportuno non esprimerci, da un lato perchè il tema non era dirimente per il futuro della città e dall'altro auspicando che l'amministrazione comunale, alla fine, non avesse l'impudenza di aderire ad una simile corbelleria. Purtroppo però i nostri auspici si sono infranti contro la cappa di ideologia post-sessantottina e catto-comunista che investe il 90% delle associazioni che promuovono quella che non abbiamo timore a definire una vera e propria pagliacciata, cappa che nell'amministrazione De Pascale non poteva che trovare un terreno fertilissimo. Dunque ecco la genialata, totalmente priva di costrutto e basata esclusivamente sull'autoreferenzialità".

ALBERO DI NATALE SPENTO PER RICORDARE VITTIME GUERRA (foto di Massimo Argnani)

"Spegnere infatti l'albero di Natale per ricordare le vittime delle guerre se da un lato è una cosa del tutto inutile, esattamente come l'uso dei gessetti colorati e delle marce dopo i vari attentati terroristici, dall'altro serve come vetrina per un buonismo peloso, idoneo solo a giustificare l'esistenza di molte di queste associazioni, particolarmente politicizzate nella stessa direzione che si guardano bene dall'aggiungere il vocabolo “islamico” quando devono specificare la matrice che origina molti dei conflitti che hanno prodotto e continuano a produrre vittime - afferma Ancarani -. Poichè dunque si è deciso di usare biecamente il Natale per fare politica e visto che a farlo è il sindaco, non si venga a chiedere all'opposizione di trattenersi dall'esprimere la propria netta contrarietà, anche alla luce dei numerosi ravennati che, scandalizzati, ci hanno chiesto di intervenire. A rendere ancora più discutibile questa cialtronesca iniziativa, purtroppo, è poi la scelta di fare strame del significato del Natale, quello di cui ormai molti nuovi cattolici con il torcicollo verso sinista hanno smarrito il concetto. La luce dell'albero infatti rappresenta la speranza dell'arrivo del Salvatore. Spegnerla, nel giorno della vigilia, anche simbolicamente, è dunque prima di tutto la rappresentazione dello spegnimento della speranza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spegnere l'albero di Natale? "Un'iniziativa cialtronesca"

RavennaToday è in caricamento