rotate-mobile
Politica

Sport, cultura e università: il convegno dei repubblicani per discutere del futuro della città

L'appuntamento è organizzato dai candidati consiglieri Vasi e Agrioli: "Associazionismo, sport e cultura possano dare un'ulteriore spinta turistica e sviluppo all'accoglienza della città"

Sabato al Circolo Endas Guerrini di Circonvallazione San Gaetanino alle ore 11.00 si tiene il convegno dedicato a Università, sport, cultura e associazionismo organizzato dal Partito repubblicano e in particolare dai candidati consiglieri Andrea Vasi e Laura Agrioli. L’iniziativa si propone di affrontare le possibili sinergie della presenza degli studenti universitari di Ravenna con le politiche della cultura dello sport e dell’associazionismo da mettere in campo dopo le prossime elezioni comunali. Al convegno interverranno Fabio Gardella, Presidente Regionale dell’Endas, Matteo Zerlottin, studente e tutor presso la Facoltà di Biologia di Ravenna, Marco Fusaroli, dottorando in ricerca in di Scienze giuridiche Unibo di Ravenna, Riccardo Collina, giovane Segretario del Pri di Alfonsine e insegnante.

"Il rapporto fra la città e gli studenti continua, sotto certi aspetti, a essere distante, due mondi quasi diversi che invece - riflettono gli organizzatori del convegno - devono essere più fortemente connessi e questo lo si può fare rafforzando ulteriormente il ruolo che l’Amministrazione comunale può e deve svolgere nel coinvolgere e sostenere le associazioni sportive e culturali nelle loro azioni rivolte in particolare agli studenti universitari. Molto è stato fatto ma molto ancora resta da fare e su questo tema, nella convinzione che università, sport e cultura, attraverso la mediazione dell’associazionismo, possano trovare la giusta spinta per creare un positivo volano per la crescita della città e del forese".

"L’arrivo dell’università a Ravenna ha rappresentato in tutti questi anni - proseguono gli esponenti repubblicani - un importante traguardo per la città ma ancora molte è da costruire per renderla un vero polo attrattivo per studenti e per fare questo è necessario mettere in campo politiche che facciano sentire gli studenti anche provenienti da fuori veri cittadini ravennati integrati nel tessuto sociale e urbanistico della città e non un corpo sociale a sé stante".

"Siamo convinti - hanno dichiarato Vasi e Agrioli - che questa sinergia possa contribuire a dare un volto nuovo alla città, perché è dai piccoli passi che si costruiscono le grandi cose, e sappiamo bene come associazionismo, sport, cultura possano dare una ulteriore spinta turistica e un ulteriore sviluppo alla capacità di accoglienza propria della città. Ecco perché abbiamo deciso in previsione delle elezioni comunali di metterci a disposizione ascoltando in primo luogo le proposte dei protagonisti di questa realtà, per poter essere i portavoce delle loro istanze ed idee in consiglio comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport, cultura e università: il convegno dei repubblicani per discutere del futuro della città

RavennaToday è in caricamento